mercoledì,Giugno 16 2021

Rifiuti al mercato di Vibo Marina, la segnalazione di Ceravolo

Il frequentato appuntamento settimanale deve fare i conti con materiale ingombrante e inquinante abbandonato ai suoi margini.

Rifiuti al mercato di Vibo Marina, la segnalazione di Ceravolo

«Confidavamo che le segnalazioni di cittadini come me, che hanno come scopo prioritario non il benessere personale, bensì quello collettivo, potessero dare quel misurato contributo vedendo così accolto anche quanto lei stesso promise, insieme ad altri suoi collaboratori, durante la campagna elettorale: l’ascolto delle segnalazioni provenienti dai cittadini».

A parlare è il presidente dell’associazione “Corrado Alvaro”, Giuseppe Ceravolo. Le sue parole, evidentemente, sono rivolte al primo cittadino vibonese, Elio Costa. Al centro della comunicazione inviata a Palazzo Lugi Razza vi è, ancora una volta, una vicenda riguardante il decoro urbano.

«Vede signor sindaco – aggiunge Ceravolo -, così non va. Mi vedo costretto a formulare l’ennesima segnalazione e non già per guadagnare facile visibilità, quanto per essere da stimolo ad una classe politica, per così dire, distratta».

L’anomalia che Ceravolo segnala riguarda il mercato settimane di Vibo Marina, appuntamento commerciale molto frequentato, caratterizzato però da una situazione «diventata insostenibile».

Rifiuti di «ogni genere, degrado e cattivo odore. Materiale, anche inquinante» si trova infatti «accatastato alla meno peggio ai margini dello stesso mercato». Ceravolo segnala inoltre la mancanza di servizi igienici, «quando – fa notare sempre il presidente della Corrado Alvaro -, a pochi passi c’era e c’è la possibilità di usufruire della stazione, dove ci sono i servizi chiusi e le ferrovie sarebbero disponibili a darli in comodato d’uso, così come anche altri locali per farne (come proposto dalla stessa associazione), una biblioteca comunale e un museo ferroviario».

Articoli correlati

top