Carattere

Sul posto la ditta incaricata dall’Anas che sta provvedendo a delimitare il cantiere per poi procedere con il disgaggio dei massi pericolanti. Decisivo l’intervento del ministro Toninelli

Cronaca

Al via questa mattina i lavori per la riapertura della “Strada del Mare”, chiusa dal 7 novembre 2017 nel tratto Joppolo-Coccorino a causa della caduta di un masso dal costone. La ditta incaricata dall’Anas per l’esecuzione dei lavori si è portata sul posto e per prima cosa provvederà a rimuovere le “barriere” di chiusura poste dalla Provincia dal novembre del 2017 e che definire fuorilegge è poco. Verranno sostituite con barriere rispondenti agli standard normativi, specie per quanto attiene la visibilità nelle ore notturne. Quindi, dopo la delimitazione del cantiere, nelle prossime ore si inizierà con le operazioni di disgaggio dei massi pericolanti dalle pareti rocciose presenti lungo il percorso della strada, un’arteria importantissima perché l’unica che, passando lungo la costa, collega la provincia di Vibo Valentia a quella di Reggio Calabria. Se dopo l’installazione delle reti sul costone roccioso, il versante verrà ritenuto sicuro, l’apertura al transito della strada provinciale numero 23 sarà potrebbe essere consentita da fine luglio a settembre, mese in cui riprenderanno i lavori. Altrimenti si procederà spediti con il cantiere, senza pause, sino alla fine di tutti i lavori.

Le modalità di realizzazione dell’intervento di messa in sicurezza e protezione dalla caduta massi sono state definite attraverso una convenzione attuativa fra Regione Calabria, Provincia di Vibo e Anas. La progettazione è stata invece completata grazie alla collaborazione con l’Università della Calabria dopo le necessarie indagini e le analisi per l’avvio dei lavori. Il costo dell'intervento è di 4,9 milioni interamente a carico della Regione. Decisivi per lo sblocco dei lavori – dopo mesi di inerzia da parte della politica locale – la costituzione di un comitato spontaneo per la riapertura della strada che, guidato da Giovanni Capua e Carmelo Preiti, è riuscito a far arrivare il caso sino a “Striscia la Notizia”, e quindi l’intervento del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, che ha stabilito il subentro dell’Anas alla Provincia di Vibo quale soggetto attuatore degli interventi per la riapertura di una strada di fondamentale importanza. 

LEGGI ANCHE: Strada del mare, entro 15 giorni via ai lavori sulla Joppolo-Coccorino

Strada del Mare chiusa e percorso alternativo, al via i lavori della Provincia

Strada del mare Joppolo-Coccorino, firmata la convenzione per lo sblocco dei lavori

Strada del Mare chiusa fra Joppolo e Coccorino, passo in avanti per l’esecuzione dei lavori

Strada del Mare, il Comitato chiede la riapertura provvisoria

Strada del mare chiusa: tra ritardi, nuove proteste ed ipotesi riapertura

Scandalo “Strada del Mare”: condanna dalla Corte dei Conti

Scandalo “Strada del Mare”: la Provincia di Vibo presenta il conto ai funzionari condannati

Strada del Mare, il Comitato: “Lasciati soli dal Comune di Joppolo”

Strada del Mare chiusa, il ministro Toninelli sblocca i lavori

 

Seguici su Facebook