Comune Joppolo: Panzitta reintegrato e poi di nuovo sospeso

La determina per permettere all’ex responsabile dell’Area amministrativa di andare in pensione. La sospensione a seguito di una condanna in primo grado per peculato

La determina per permettere all’ex responsabile dell’Area amministrativa di andare in pensione. La sospensione a seguito di una condanna in primo grado per peculato

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Reintegrato e poi di nuovo sospeso dal servizio il geometra Sabatino Panzitta, 62 anni, già responsabile dell’area amministrativa del Comune di Joppolo. E’ quanto stabilito con un’apposita determina dall’attuale responsabile dell’Area amministrativa, Vincenzo Larocca, con la quale è stato preso atto dell’ordinanza del giudice del Lavoro del Tribunale di Vibo del 17 ottobre 2018 e quindi disposto il reintegro di Panzitta al Comune, prendendo atto della disponibilità dello stesso Panzitta di rinunciare, a seguito del reintegro, ad una parte dell’indennità riconosciutagli dal Tribunale di Vibo. Regolarizzata la posizione contributiva del lavoratore Panzitta mediante il versamento di contributi previdenziali ed assistenziali dal 17 agosto 2017 all’effettiva reintegra, nonché regolarizzati quelli già versati per il periodo compreso fra il primo gennaio 2011 e il 30 aprile 2015, è stato così permesso a Panzitta di raggiungere i requisiti necessari per avanzare domanda di pensionamento, usufruendo dei benefici della c.d. “quota cento”.

Informazione pubblicitaria

Contestualmente, in attesa della definizione in appello di un procedimento penale, è stata disposta una nuova sospensione dal servizio di Sabatino Panzitta in quanto condannato in primo grado a 5 anni di reclusione ed all’interdizione perpetua dai pubblici uffici per il reato di peculato in quanto, secondo l’accusa, avrebbe distratto a proprio favore somme per alcune decine di migliaia di euro quali incentivi alla progettazione di diverse opere. Il 3 giugno scorso l’attuale responsabile dell’Area amministrativa, Vincenzo Larocca, aveva chiesto un parere sul da farsi alla Prefettura di Vibo Valentia la quale il 19 giugno scorso ha risposto comunicando la propria incompetenza ad esprimere pareri in merito alla vicenda. Il licenziamento – dichiarato illegittimo dal giudice – era stato irrogato dal Comune di Joppolo a Panzitta il 26 giugno del 2016. Da sottolineare che nel novembre dello scorso anno, la giunta comunale di Joppolo (sindaco Carmelo Mazza, vicesindaco Dino Sterza) si era affidata a due legali (gli avvocati Giuseppe Renda e Giuseppe Arcuri) per opporsi all’ordinanza del giudice del Lavoro di Vibo, Ilario Nasso, che aveva dichiarato illegittimo il licenziamento di Panzitta.     LEGGI ANCHE: Debito Proserpina e vicenda Panzitta: «Così il Comune di Joppolo viaggia verso il default»

Comune Joppolo, la giunta si oppone alla reintegra di Panzitta

Comune Joppolo, il sindaco nomina un nuovo assessore

 

L’ INCHIESTA | Dal Vibonese alla Lombardia, le relazioni pericolose di due consiglieri comunali di Joppolo

Scandalo rifiuti a Joppolo e Rombiolo, la denuncia dello Slai Cobas

Strada del Mare chiusa fra Joppolo e Coccorino: una vergogna lunga un anno

Discarica illegale a Caroniti: raccolti i rifiuti resta il percolato

Discarica abusiva a Caroniti: la ditta che non si è accorta del disastro incaricata di rimuovere i rifiuti

Isola ecologica divenuta discarica, il sindaco di Joppolo: “Nessuno doveva controllare” (VIDEO)