mercoledì,Settembre 28 2022

Un positivo al Covid 19 in aula bunker, così il virus rallenta il maxiprocesso Rinascita Scott

La presidente del collegio Brigida Cavasino interrompe il controesame del maresciallo Franco e dispone un rinvio per consentire le operazioni di bonifica

Un positivo al Covid 19 in aula bunker, così il virus rallenta il maxiprocesso Rinascita Scott

Un positivo in aula bunker. Udienza sospesa e rinviata al 4 gennaio. Così il Covid 19 rallenta il maxiprocesso Rinascita Scott. A darne comunicazione alle parti, tempestivamente informata dalle autorità sanitarie, la presidente del collegio giudicante Brigida Cavasino, che così ha interrotto il controesame del maresciallo capo del Ros di Catanzaro Vincenzo Franco ad opera dell’avvocato Francesco Muzzopappa, difensore, tra gli altri, di Maurizio Artusa, noto commerciante nel settore dell’abbigliamento di capi griffati considerato dall’accusa legato al clan Mancuso di Limbadi. L’aula bunker, pertanto, si è svuotata nel volgere di pochi minuti per consentire la bonifica dei locali.

Articoli correlati

top