lunedì,Luglio 4 2022

‘Ndrangheta: i fratelli Anello di Filadelfia passano al carcere duro

Il Ministero della Giustizia dispone il 41 bis per i presunti vertici dell’omonimo clan imputati nell’operazione Imponimento

‘Ndrangheta: i fratelli Anello di Filadelfia passano al carcere duro
Rocco e Tommaso Anello

Il ministero della Giustizia ha accolto la richiesta della Dda di Catanzaro ed ha disposto il carcere duro (41 bis) nei confronti dei fratelli Rocco e Tommaso Anello, rispettivamente di 61 e 58 anni, ritenuti al vertice dell’omonimo clan di Filadelfia. Rocco Anello si trova detenuto nel carcere di Terni ed è stato condannato in primo grado a 20 anni di reclusione nel processo in abbreviato nato dall’operazione antimafia denominata “Imponimento”. E’ stato invece assolto dall’operazione antidroga denominata “Stammer 2”, a fronte di una richiesta di pena a 10 anni di reclusione. Tommaso Anello si trova invece imputato nel processo “Imponimento” che si sta svolgendo con rito ordinario dinanzi al Tribunale collegiale di Lamezia Terme. Lo scorso anno Tommaso Anello ha incassato l’assoluzione anche in appello per l’omicidio dell’avvocato lametino Torquato Ciriaco, ucciso in un agguato l’1 aprile del 2002 all’altezza del bivio “Due Mari” di Maida.

LEGGI ANCHE: Imponimento: “pioggia” di condanne sugli imputati del rito abbreviato

Imponimento: resta in carcere l’ex consigliere comunale di Vibo Francescantonio Tedesco

Articoli correlati

top