venerdì,Giugno 14 2024

“Mammasantissima – Processo alla ‘ndrangheta”: il 17 gennaio prima assoluta su LaC – Video

Il format prodotto dalla società editrice Diemmecom andrà in onda martedì prossimo alle ore 21, condotto da Pietro Comito. Il dg Falduto: «Informazione sulle mafie e contro le mafie»

“Mammasantissima – Processo alla ‘ndrangheta”: il 17 gennaio prima assoluta su LaC – Video
Comito e Falduto negli studi di LaC

Un’introspettiva sulla ‘ndrangheta e sul contrasto alla ’ndrangheta, attraverso contributi originali ed inediti: intercettazioni, interrogatori, gli atti dei più importanti procedimenti giudiziari, definiti o in corso, reportage e interviste esclusivi. “Mammasantissima – Processo alla ‘ndrangheta” è la prima grande novità del palinsesto di LaC Tv e delle piattaforme web e social del network LaC per il 2023. Si tratta di un format originale, prodotto dalla Diemmecom, società editrice del più importante polo crossmediale calabrese, tra i più importanti del Mezzogiorno, che andrà in onda in prima assoluta martedì prossimo, 17 gennaio, alle 21, sul canale 11 del digitale terrestre, sul 411 di TivùSat e sull’820 di Sky e sulle testate web e social di LaC news24. [Continua in basso]

«È un format – spiega il direttore generale di Diemmecom Maria Grazia Falduto, nella sua veste di direttore della produzione – che esprime la passione e l’impegno civile della società editoriale Diemmecom nella informazione sulle mafie e contro le mafie». Il programma è nato su impulso dell’editore Domenico Maduli, che ha deciso di rimanere e investire in Calabria, puntando su un’offerta di contenuti che riflette un ideale profondo di servizio pubblico. «Negli ultimi anni – aggiunge la manager – abbiamo assistito a importanti mutamenti della società civile calabrese grazie all’esempio e ai risultati conseguiti dall’autorità giudiziaria, sia requirente che giudicante, grazie alle azioni di contrasto messe in campo da forze dello Stato. Azioni sostenute – continua – dall’editore che attraverso il polo di informazione crossmediale vuole garantire un’informazione non stereotipata, diretta e completa, sulla pervasività del fenomeno mafioso e sulle sue dinamiche interne».

Continua a leggere su LaC News24

Articoli correlati

top