martedì,Giugno 18 2024

Controlli nei luoghi della movida a Vibo, una denuncia e un mezzo sequestrato

Il bilancio delle attività della Polizia. Segnalato alla locale Prefettura un soggetto trovato con eroina

Controlli nei luoghi della movida a Vibo, una denuncia e un mezzo sequestrato

Nel corso dell’ultima settimana, su disposizione del Questore di Vibo Valentia, sono stati intensificati i servizi di controllo del territorio svolti dalla Polizia di Stato, concentrando in particolare gli sforzi operativi nelle zone del centro cittadino e della movida vibonese, atteso anche l’approssimarsi del periodo estivo. 

Gli uomini della Squadra Mobile, nel corso di servizi mirati al contrasto al traffico di sostanze stupefacenti, concentrando gli sforzi nel centro di Pizzo Calabro, individuavano un soggetto sospetto, il quale risultava allarmato alla vista degli agenti. All’esito del controllo di polizia è stato trovato in possesso di oltre 5 grammi di sostanza stupefacente del tipo eroina, e segnalato alla locale Prefettura.

Nella serata di ieri, giovedì 25 maggio, è stato svolto inoltre un servizio di prevenzione e contrasto alla movida violenta nel centro vibonese, impegnando la Squadra Mobile insieme alle volanti dell’U.p.g.s.p., della Polizia Stradale e all’Unità Cinofila, identificando persone e veicoli sospetti. In particolare è stato controllato un veicolo che risultava già sottoposto a sequestro e privo di copertura assicurativa, pertanto al conducente è stata ritirata la patente di guida e sequestrato nuovamente il veicolo. Nella circostanza, personale della Squadra Mobile, effettuava una perquisizione a carico di una persona vista transitare a bordo di una autovettura nel centro della zona della “movida”, ed all’interno del bagagliaio veniva rinvenuta una mazza in legno occultata nel vano dello pneumatico di scorta. All’esito degli accertamenti è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Vibo Valentia per detenzione abusiva di oggetti atti ad offendere.

LEGGI ANCHE: Il Maggiore Lopreiato dall’Arma alla toga, ma con nel cuore sempre i valori del carabiniere

Narcotraffico: processo Replay a Roma, condannati anche Accorinti e Bonavota

Articoli correlati

top