martedì,Giugno 25 2024

Porto Salvo, all’asta per quasi 2 milioni di euro i vecchi capannoni della Cevim

La gara disposta dal Tribunale di Vibo Valentia riguarda due lotti venduti insieme che si sviluppano su una superfice di circa 16mila metri quadri. Un altro pezzo del passato di Vibo Marina che viene archiviato

Porto Salvo, all’asta per quasi 2 milioni di euro i vecchi capannoni della Cevim
Porto Salvo e lo stabilimento della Cevim in vendita

L’importo è di quelli importanti: quasi 2 milioni di euro, per la precisione 1.883.819,86. È questa l’offerta minima, calcolata al centesimo con rigore ragionieristico, per l’asta disposta dal Tribunale di Vibo Valentia nell’ambito di una procedura esecutiva del 2021 che riguarda beni immobili un tempo appartenuti alla Cevim, stabilimento industriale con sede a Porto Salvo che operava nel settore ittico. Poi, per i motivi più diversi, le attività che vi si svolgevano sono state soppresse e l’area è diventata una struttura fantasma come le tante di cui è costellato il territorio costiero: ex Italcementi, ex Cgr, ex Basalti&Bitumi, ex Gaslini, ex Saima ed (ex)cetera.

Insediamenti industriali che nel passato hanno avuto un ruolo importante nell’economia del territorio ed ora sono presenze tristi, sinistre, pericolose. Dopo essere diventata, nel corso degli anni, un’enorme discarica con cataste di rifiuti di ogni genere, nel 2021 sono scattati i sigilli per un’ipotesi di reato di smaltimento non autorizzato di rifiuti. Sulla struttura, e sulle altre fabbriche dismesse di cui è disseminato il territorio costiero, si era incentrata l’attenzione del procuratore Camillo Falvo.

L’annuncio pubblicato dal Tribunale di Vibo Valentia descrive i beni oggetto d’asta come Lotto Unico composto da Bene A): opificio industriale un tempo destinato alla lavorazione di prodotti ittici freschi e congelati, composto da capannone industriale destinato alla lavorazione del pesce con la successiva conservazione in celle frigorifere; fabbricato su due livelli destinato agli uffici amministrativi ed alla vendita, attiguo al capannone, oltre pertinente corte esclusiva di 7.110,00 mq.ca. su cui insiste un edificio adibito a deposito. Bene B): capannone industriale in corso di costruzione e piccolo fabbricato in pessime condizioni adibito a guardiania corredato di un’area di pertinenza di ca. mq.8.468. Modalità e partecipazione telematica sul sito www.garavirtuale.it. La vendita telematica- si legge nel medesimo annuncio- avverrà con modalità sincrona mista senza incanto ed è prevista per il 31 luglio 2024 ore 09.00.

Articoli correlati

top