Incidenti stradali, aumenta l’indice di mortalità in provincia

Uno studio dell’Istat ha messo a confronto i dati dei sinistri stradali nelle regioni italiane. Calabria in ritardo, Vibo di più.

Uno studio dell’Istat ha messo a confronto i dati dei sinistri stradali nelle regioni italiane. Calabria in ritardo, Vibo di più.

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Nel 2014 si sono verificati in Calabria 2.659 incidenti stradali, che hanno causato la morte di 101 persone e il ferimento di altre 4.428. Lo rivela una ricerca dell’Istat che ha messo a confronto gli indici dei sinistri stradali in tutte le regioni italiane. Dati che, sul piano nazionale, rispetto all’anno precedente, fanno registrare un leggerissimo calo del numero di vittime della strada dello 0,6 per cento. In Calabria, in particolare, rispetto al 2013 si registra una flessione del numero degli incidenti (-4,1%) e dei feriti (-6,2%) maggiori di quelle rilevate nell’intero Paese (rispettivamente -2,5% e -2,7%). Il numero delle vittime della strada, invece, sempre in Calabria, aumenta del 3,1% a fronte di un calo in Italia che, come detto, è dello 0,6%. I sinistri mortali nella provincia di Vibo Valentia, nel 2014, sono stati 10, a fronte di 152 incidenti, segnando un incremento del 25% rispetto al dato del 2013, quando i morti furono otto.

Informazione pubblicitaria

Lo studio dell’istituto di ricerca si colloca nel solco del “Terzo e Quarto Programma d’azione europeo per la sicurezza stradale” che, «rispettivamente per i due decenni 2001-2010 e 2011-2020, impegna i Paesi membri a conseguire il dimezzamento dei morti per incidenti stradali con una particolare attenzione, nel decennio in corso, agli utenti vulnerabili». La regione Calabria si posiziona tra quelle che hanno conseguito riduzioni inferiori alla media nazionale: nel 2014 i decessi si sono ridotti del 41,6% rispetto all’anno 2001 (Italia -52,3%).

Nel primo periodo di attuazione del Quarto programma (2010-2014) in Calabria le vittime della strada si riducono del 26,8% (-17,8% in Italia). L’indice di mortalità passa, fra il 2010 e il 2014, da 4,3 a 1,9 nella provincia di Catanzaro, che registra la migliore performance, mentre è quella di Vibo Valentia la provincia che, nel periodo di riferimento, registra la peggiore performance segnando un incremento dell’indice di mortalità che passa da 2,9 a 6,6 a Vibo Valentia. Provincia, scrive l’Istat, «per la quale sono maggiori le difficoltà nel perseguire l’obiettivo.

Focus incidenti stradali in Calabria 2014 (Istat)