Narcotraffico con gli Usa: chiesta la condanna per un vibonese

E’ coinvolto nell’operazione denominata “Columbus” della Dda di Reggio Calabria e della magistratura americana

E’ coinvolto nell’operazione denominata “Columbus” della Dda di Reggio Calabria e della magistratura americana

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

La Dda di Reggio Calabria ha chiesto 10 anni e 6 mesi di reclusione per narcotraffico nei confronti di Basilio Caparrotta, 56 anni di Sant’Onofrio, rimasto coinvolto nell’operazione “Columbus” scattata il 7 maggio 2015. Il processo si sta svolgendo con rito ordinario dinanzi al Tribunale collegiale di Palmi.

Informazione pubblicitaria

Il pm della Dda, Francesco Tedesco, ha chiesto la condanna anche di Franco Fazio, di Pianopoli, a 18 anni di reclusione, di Cosimo Berlingeri, di Catanzaro, a 10 anni e sei mesi, di Domenico Berlingeri, di Catanzaro a  9 anni, di Pino Fazio, di Lamezia Terme, a 3 anni. Chiesta invece l’assoluzione per Giovanni Papaleo e Salvatore Caparotta di Lamezia.

Per Basilio Caparrotta, difeso dagli avvocati Michelangelo Miceli e Leopoldo Marchese, è stata chiesta l’assoluzione dal reato associativo finalizzato al narcotraffico e la richiesta di condanna si riferisce a tre ipotesi di cessione di sostanza stupefacente con l’esclusione dell’ingente quantità. Per Franco Fazio la richiesta di pena fa invece riferimento al reato associativo, mentre per Pino Fazio, anche lui difeso dagli avvocati Miceli e Marchese, è stata chiesta la riqualificazione del reato associativo in quello di favoreggiamento. 

L’operazione “Columbus” è scaturita da indagini dello Sco (il Servizio Centrale Operativo della polizia) in collaborazione con l’Fbi (il Federal Bureau of Investigation) statunitense. Centrale operativa del narcotraffico, la città di New York con collegamenti in Colombia, Costarica, Olanda, Spagna e Italia. I provvedimenti sono stati emessi dalla Dda di Reggio Calabria e dalla magistratura americana ed eseguiti dal Servizio centrale operativo (Sco) e dalla Squadra mobile di Reggio Calabria, dall’Fbi e dall’Homeland security.

Narcotraffico con gli Usa: torna libero 49enne di San Calogero