mercoledì,Aprile 21 2021

«Leale e appassionato, LaC era la sua famiglia»: l’editore ricorda Michele Porcelli

Il presidente del Gruppo Pubbliemme-LaC Domenico Maduli esprime il suo cordoglio e quello dell’azienda per la scomparsa dell’operatore e regista televisivo che rappresentava la memoria storica del network

«Leale e appassionato, LaC era la sua famiglia»: l’editore ricorda Michele Porcelli
Michele Porcelli e Domenico Maduli

di Domenico Maduli, presidente del Gruppo Pubbliemme-LaC

La perdita del nostro Michele Porcelli lascia nel nostro network un vuoto incolmabile. Oggi sale in cielo uno dei pilastri di LaC, proveniente dalla storica Tv vibonese Rete Kalabria. Michele Porcelli era la memoria storica della nostra testata. Un uomo profondamente leale verso l’azienda. Una persona rispettosa, seria e dedita al lavoro, che ha partecipato a tutte le fasi di crescita del nostro network.

Michele aveva perso da poco tempo entrambi i genitori. Nel dolore porto nel cuore le sue parole: “Presidente, questa è la mia famiglia”. Un’affermazione che mi ha molto colpito. Una frase che ha messo in pratica quotidianamente con i fatti fino ad oggi. Un’azienda vive di organizzazione, turni e gerarchie, ma per Michele LaC era altro, una casa più che un luogo di lavoro.

Michele Porcelli lascia ai colleghi e a noi tutti l’esempio di una persona perbene, nato e cresciuto in una terra difficile ma dove è possibile brillare per impegno, dedizione e lavoro e lui continuerà a brillare nella memoria di noi tutti. Caro Michele, questo non è un addio ma un arrivederci.

Articoli correlati

top