sabato,Settembre 18 2021

All’Istituto Italiano di Criminologia di Vibo al via le “12 giornate”

Il calendario di eventi culturali rientra nelle iniziative di Vibo capitale del libro 2021

All’Istituto Italiano di Criminologia di Vibo al via le “12 giornate”
La conferenza stampa presso l'Istituto di Criminologia

Sono state annunciate nel corso di una conferenza stampa, svoltasi presso la sede dell’Istituto Italiano di Criminologia di Vibo Valentia, dodici appuntamenti culturali, “12 giornate”, che si andranno ad aggiungere al calendario di Vibo Capitale del Libro 2021. Nel corso dell’incontro con i giornalisti, in rappresentanza dell’amministrazione comunale, erano presenti gli assessori Daniela Rotino e Michele Falduto, e Renato Federici, docente di Diritto costituzionale, che insieme al rettore Saverio Fortunato hanno illustrato il programma di Vibo Capitale del Libro. [Continua in basso]

«Crediamo che un traguardo così pregevole per la città di Vibo Valentia vada sostenuto con forza anche dal nostro istituto vibonese ad ordinamento universitario. Non possiamo esimerci dal contribuire ad un evento che segna la crescita della nostra città e della regione, si tratta di giornate dall’alto valore accademico del mondo della scienza, della criminologia, del giornalismo, della geopolitica, dell’intelligence, del diritto», ha detto il rettore. Nel suo intervento, l’assessore Rotino ha manifestato gratitudine da parte del Comune per le importanti giornate, riconoscendo all’Istituto vibonese di avere «sempre organizzato con costanza iniziative come queste che tanto lustro portano alla città». Va precisato che queste giornate saranno sostenute dall’Istituto di Criminologia «per amore della città», come ci tiene a sottolineare il rettore Fortunato: «La   cultura non è mercimonio, non   può   essere   in   vendita, se   lo   diventa, se   viene   giudicata soltanto in base alla sua convertibilità in denaro, la cultura da fine diventa un mezzo. Poi, per dirla con le parole di Richard Yates: “La gente oggi ha smesso di pensare, di provare emozioni, di   interessarsi   alle   cose; nessuno   che   si   appassioni   o   creda   in​ qualcosa che non sia la sua piccola, dannata, comoda mediocrità”. Per questo -ha concluso Fortunato – Vibo Capitale del Libro è una speranza, un momento che appartiene a chi ha voglia di costruire ed investire su questo non facile territorio».

Il primo appuntamento si terrà oggi, 14 settembre, alle ore 15. In diretta streaming su Radio Radicale nazionale ci sarà la presentazione in Aula Magna del libro “Il viaggio della speranza” (Il diritto umano alla speranza), un viaggio nelle carceri italiane, intervengono: Rita Bernardini (presidente Nessuno Tocchi Caino); Sergio D’elia (segretario Nessuno Tocchi Caino); Elisabetta Zamparutti (componente per l’Italia del Comitato Europeo Prevenzione Tortura); Matteo Angioli (vicepresidente consiglio generali Partito Radicale); Fausto Malucchi (cattedra di Diritto Penale all’Istituto Italiano di Criminologia); Elena Baldi (cattedra di Diritto Penale Istituto Italiano di Criminologia)

top