Nicotera, Pippo Franco ospite d’eccezione per la Giornata dell’autismo

Partecipata manifestazione organizzata dall’Angsa che ha coinvolto associazioni, medici e cittadini per sensibilizzare tutti sulle problematiche delle persone affette dal disturbo e dei loro cari

Partecipata manifestazione organizzata dall’Angsa che ha coinvolto associazioni, medici e cittadini per sensibilizzare tutti sulle problematiche delle persone affette dal disturbo e dei loro cari

Informazione pubblicitaria
Un momento della serata con Pippo Franco
Informazione pubblicitaria

Un ospite speciale per un’occasione speciale. A suggellare le iniziative in programma nel Vibonese sulla sensibilizzazione ai temi dell’autismo, inaugurate ieri in occasione della Giornata mondiale della consapevolezza, una serata, ieri, organizzata dall’Angsa con ospite Pippo Franco, il celebre artista italiano che si è esibito a Nicotera all’hotel Miragolfo. Lo showman ha puntato molto «sulle diversità, o meglio sulle altre abilità». L’autismo è una condizione neurologica e una disabilità dello sviluppo che dura tutta la vita, influisce sulla comunicazione sociale dell’individuo e sul rapporto con le altre persone e condiziona anche la sua esperienza del mondo. Nella nostra provincia i minori con diagnosi di disturbo dello spettro autistico sono 59, numero in crescita, ma in questa statistica non rientrano i maggiorenni.

Informazione pubblicitaria

A fare gli onori di casa è stata la Caterina Vecchio, vicepresidente dell’Angsa provinciale, che ha ringraziato gli sponsor e i presenti. Tra quelli in sala, anche il commissario straordinario dell’Asp Angela Caligiuri, «molto attenta alla problematica e ancora una volta vicina alle famiglie», e la presidente provinciale Angsa Mary Naso. Presente con un video messaggio la presidente nazionale Angsa Betty De Martis. Commovente ed esplicativo il video che ha ben illustrato le potenzialità di questi ragazzi e il loro diritto ad un futuro dignitoso, che preveda anche l’inserimento lavorativo. Questo è uno degli obiettivi dell’Associazione provinciale, proprio la realizzazione di un centro occupazionale per adolescenti ed adulti con sbocchi nel mondo del lavoro. La testimonianza delle famiglie rende evidente quante e quali siano le difficoltà che i bambini, prima, gli adulti, successivamente, e i loro cari debbono affrontare, contro il pregiudizio e la burocrazia. «La partecipazione plebiscitaria della società civile che ha presenziato all’evento – spiegano gli organizzatori in una nota – è di buon auspicio affinché si possano costruire ponti e abbattere i muri che ancora ci sono». A conclusione dell’evento è stata consegnata una targa ricordo ai dottori Laura Barbalace e Antonio Gargano. 

LEGGI ANCHETutto pronto a Nicotera per la Giornata mondiale dell’autismo

Giornata mondiale dell’autismo, le iniziative in programma nel Vibonese