martedì,Maggio 28 2024

Lotta al bullismo, nella giornata internazionale incontro all’istituto Gagliardi di Vibo

Si parlerà anche del progetto "Liberi di scegliere" del Tribunale dei minorenni di Reggio. Tra i presenti, la componente del direttivo nazionale Unicef Surace e il neuropsichiatra Pisani

Lotta al bullismo, nella giornata internazionale incontro all’istituto Gagliardi di Vibo
L’Istituto “Enrico Gagliardi” di Vibo

Con lo sviluppo inarrestabile delle piattaforme social, la lotta contro il fenomeno del bullismo e del cyberbullismo diventa sempre più problematica e complessa, in particolare in ambienti dove possono attecchire modelli negativi ispirati dalla criminalità organizzata, come la ndrangheta. Molti studenti sono potenzialmente esposti ai meccanismi insiti nell’uso incontrollato dei social. Nella prospettiva di una offerta di strumenti didattici e pedagogici e di esperienze sul campo che possano contrastare questo fenomeno, nella ricorrenza della giornata internazionale della lotta contro il bullismo e cyberbullismo (prevista per martedì 7), lunedì 6 febbraio, a partire dalle ore 10, nell’aula magna dell’Ipseoa “E. Gagliardi” di Vibo Valentia, si svolgerà un importante incontro formativo, dal titolo “Liberi di scegliere”. [Continua in basso]

L’iniziativa sarà caratterizzata da due momenti: la proiezione di alcuni spezzoni del film “Liberi di scegliere”, ispirato dall’omonimo progetto sperimentato per la prima volta in Italia dal magistrato Roberto Di Bella, nella veste di presidente del tribunale dei minorenni di Reggio Calabria dal 2011. Il giudice Roberto Di Bella per venticinque anni si è occupato dei minori della provincia reggina, spesso coinvolti in reati di ‘ndrangheta con lo scopo di tutelare il diritto dei minori a ricevere un’educazione responsabile, in linea con i valori insiti alla Costituzione. Con queste finalità si è creata una rete di solidarietà educativa che affianca i ragazzi nel cammino verso la loro ‘libertà di scegliere’.  Il progetto è diventato un protocollo governativo e ha permesso a sessanta ragazzi e alle loro famiglie di vivere altre esperienze di vita ed uscire da un labirinto oscuro che ha pregiudicato e pregiudica il destino di molti bambini e giovani.

La proiezione della fiction televisiva sarà introdotta da Antonella Casale (giurista costituzionalista). Dalle ore 11 è previsto l’incontro a cui parteciperà Giuseppina Maria Patrizia Surace (componente del Direttivo nazionale Comitato Italiano Unicef), coautrice del libro “Il progetto Liberi di scegliere” e autrice del testo “Biografie difficili”) e il neuropsichiatra Bruno Pisani. Diversi i rappresentanti istituzionali che prenderanno parte. Oltre alla dirigente del “Gagliardi” Eleonora Rombolà, interverranno il sindaco del Comune di Vibo, Maria Limardo, il neopresidente della Provincia Corrado L’Andolina, Franca Falduto (responsabile e coordinatore regionale delle Consulte provinciali studentesche U.S.R. Calabria), don Roberto Carnovale (vicario per la Pastorale), Gaetano Aurelio (presidente Unicef Vibo Valentia). Al confronto si unirà anche l’avvocato Antonella Casale e lo studente Luca Carnovale (presidente Consulta provinciale studentesca di Vibo Valentia).

Articoli correlati

top