venerdì,Giugno 14 2024

Drapia, la biblioteca del castello Galluppi apre ai più piccoli con la filosofia

Si punta a rendere il luogo parte integrante ed attiva dell'intero territorio

Drapia, la biblioteca del castello Galluppi apre ai più piccoli con la filosofia
Giovanna Iannello, presidente Consiglio comunale di Drapia

Tra circa un mese il castello di Caria, appartenuto al filosofo Pasquale Galluppi, si riempirà di bambini e di attività loro dedicate. Sono in fase di organizzazione infatti «alcuni incontri incentrati sulle figure filosofiche più importanti, per consentire ai nostri giovani un approccio alla filosofia davvero affascinante». E’ quanto fa sapere il presidente del Consiglio comunale Giovanna Iannello, ideatrice ed organizzatrice degli eventi prossimi rivolti ai più piccoli. «Dalla dimora del filosofo Galluppi – ha aggiunto la Iannello – vorremmo si continuasse a trattare di filosofia e per avvicinare i nostri ragazzi alla materia e all’importante struttura comunale, che deve sempre più essere il cuore pulsante della nostra comunità. Abbiamo così deciso di dedicare loro dei percorsi interessanti e stimolanti di volta in volta diversi. Il primo di questi, che possiamo dunque definire il taglio del nastro per un calendario di appuntamenti in divenire, sarà in aprile e si focalizzerà su figure come Socrate e Platone». [Continua in basso]

Sala biblioteca del castello “Pasquale Galluppi”

La sala degli incontri sarà appunto la biblioteca, già punto di riferimento per molti giovani studenti, specie universitari, che sfruttano la struttura come luogo di ricerca, approfondimento o studio, utilizzando anche la connessione ad internet messa a disposizione dal Comune. «Puntiamo molto sulle potenzialità del castello – ha sottolineato la Iannello -, una struttura del territorio che sempre più deve diventare luogo vitale per la nostra comunità. E per accogliere anche i più giovani, all’interno della biblioteca abbiamo disposto una sezione loro dedicata. Un investimento di circa tremila euro, piccolo ma significativo, che consenta anche ai piccoli lettori di Drapia di iniziare a vivere gli spazi del castello e imparare a sfruttare una realtà che sempre più dovrà camminare sulle proprie gambe. In questo senso – ha infine concluso la Iannello – abbiamo voluto collaborare anche con i ragazzi del Servizio civile. Attraverso la loro disponibilità e quella della ProLoco abbiamo deciso di aprire al pubblico i locali della biblioteca tutti i giorni, dalle ore 8 alle 12 e dalle ore 15 alle 18».

LEGGI ANCHE: Drapia, prosegue il recupero del castello “Pasquale Galluppi”

A Drapia una mostra di beneficenza per sostenere la battaglia di “Vibo in Rosa”

Articoli correlati

top