giovedì,Febbraio 22 2024

Fondi alla biblioteca di Vibo, ecco cosa prevede il progetto del Comune

Si chiama "Biblio Smart" ed ha ottenuto dalla Regione un finanziamento di 60mila euro: «Sarà un luogo ancora più funzionale per un pubblico che sta tornando ad essere sempre più vasto»

Fondi alla biblioteca di Vibo, ecco cosa prevede il progetto del Comune
L'ingresso della biblioteca comunale di via Palach

Accessibilità, innovazione tecnologica e valorizzazione delle risorse documentarie attraverso il coinvolgimento attivo della popolazione, locale e non. Sono queste le principali direttrici su cui si incardina il progetto “Biblio Smart”, col quale il Comune di Vibo Valentia si è aggiudicato un finanziamento regionale di 59.950 euro. «Il nostro modo di intendere la cultura – afferma il sindaco Maria Limardo – passa anche da una programmazione attenta, ponderata e mirata, in grado di rendere i nostri progetti attrattivi e quindi, come in questo caso, finanziabili». Con Biblio Smart la biblioteca comunale di Vibo Valentia «si prepara infatti a fare il salto di qualità, con l’obiettivo di diventare ancora più penetrante anche in quella fascia di utenza spesso poco attenzionata. Il bando è il frutto dell’azione sinergica di tre assessorati: Cultura, Innovazione tecnologica e Politiche sociali». [Continua in basso]

«I cittadini vibonesi e non solo – spiega l’assessore alla Cultura Antonella Tripodi – devono iniziare a sentire la biblioteca comunale come una parte della loro casa. Quella in cui ci si immerge nella lettura, ci si informa, ci si confronta, si lavora anche. Nell’ottica della nostra amministrazione, la biblioteca comunale deve essere il fulcro attorno al quale si sviluppa la cultura nel quotidiano. Con questo finanziamento riusciremo a potenziare quelle attività, alcune presenti altre innovative, utili a rendere la biblioteca un luogo ancora più funzionale per un pubblico che sta tornando ad essere sempre più vasto».
Sul fronte dell’innovazione digitale, come da chiaro indirizzo dell’assessore al ramo Michele Falduto, si agirà a più livelli. Si realizzerà un sito web dedicato alle attività della biblioteca – attualmente si dispone di una pagina del sito web del Comune di Vibo Valentia -, che si configurerà come uno strumento di interazione e di comunicazione bidirezionale con gli utenti. Si prevede inoltre la digitalizzazione di 10.000 unità del patrimonio librario, al fine di rendere i testi trasformati in risorse digitali consultabili anche da remoto. Si allestirà, infine, un sistema “display holo3d” per la fruizione immersiva e coinvolgente di contenuti culturali. Previsto inoltre l’allestimento di postazioni per il co-working, destinate ad accogliere professionisti che vogliano condividere il proprio spazio di lavoro in un ambiente confortevole. Tali attività andranno ad arricchire e ampliare la già puntuale offerta culturale promossa dalla biblioteca comunale.

Le azioni progettuali, come si diceva, mirano anche a migliorare l’accessibilità alla biblioteca, intesa – per come voluto dall’assessore Rosa Chiaravalloti (Politiche sociali) – sia come accessibilità fisica, tramite la creazione di spazi confortevoli per piccoli lettori e per anziani e predisposizione di strumenti utili alla lettura e all’orientamento di persone con deficit visivi; sia come accessibilità culturale e generazionale, mediante l’acquisto di risorse librarie in lingue straniere da scegliere in base alla nazionalità prevalente nella provincia vibonese e l’acquisto di risorse e strumenti specificamente dedicati ai lettori più giovani.
Sul fronte della valorizzazione, si mira ad attivare un approccio promozionale di tipo push: sarà la biblioteca stessa ad uscire dalla sua sede per andare a cercare i fruitori potenziali e i non fruitori nei luoghi di maggior aggregazione sociale e di svago. È in quest’ottica che vanno intese azioni come la pubblicità itinerante del progetto LibrInBus, la distribuzione di materiale pubblicitario cartaceo presso i luoghi dello sport di tutta la provincia e l’installazione di cassette per il bookcrossing presso chioschi estivi e stazioni balneari durante la stagione estiva. Sarà inoltre messo a punto un piano editoriale per la calendarizzazione e la pianificazione dei contenuti da pubblicare a mezzo web e social media.

LEGGI ANCHE: Fondi per le biblioteche calabresi, ecco la graduatoria: risorse per Sbv e Comune di Vibo

Vibo, il gruppo Città Futura soddisfatto per i fondi alla Biblioteca comunale

Articoli correlati

top