lunedì,Giugno 17 2024

Sistema bibliotecario vibonese: la situazione finanziaria e debitoria dell’ente

Il presidente uscente, Fabio Signoretta, nella relazione di fine mandato illustra lo stato economico in cui versa l'istituto culturale e paventa la possibilità che l'ente possa chiudere in caso di mancata erogazione di finanziamento regionale

Sistema bibliotecario vibonese: la situazione finanziaria e debitoria dell’ente
La sede del Sistema bibliotecario vibonese

Nella seconda parte della relazione di fine mandato da presidente del Sistema bibliotecario vibonese, (In questo articolo è possibile leggere la prima parte della relazione Sistema bibliotecario vibonese: la relazione di fine mandato di Fabio Signoretta) Fabio Signoretta illustra la situazione finanziaria dell’istituto culturale, i rapporti con gli enti coinvolti e paventa la possibilità che l’ente possa chiudere in caso di mancata erogazione di finanziamento regionale. Al suo insediamento nell’ente non risultava alcun documento formale che certificasse la situazione di difficoltà economico-finanziaria, tuttavia “il comitato di gestione dei sindaci ha dato mandato alla direzione di attivarsi per il recupero dei crediti ed ha preso atto della situazione debitoria complessiva in cui il Sbv versa, riconoscendone i riflessi diretti sulla situazione economico-finanziaria e sul patrimonio dell’ente. Per tali ragioni, nell’assemblea dei soci, riunitasi il 25 gennaio scorso, – si evince ancora dalla relazione – la presidenza e la direzione, oltre alla previsione delle somme accantonate e vincolate per il primo semestre di quest’anno, hanno proposto all’Assemblea la valorizzazione dei beni mobili per prevedere nuove entrate nell’annualità 2024, e la verifica della disponibilità di un immobile a titolo gratuito da destinare a sede dell’ente per prevedere minori uscite nell’annualità 2024 e in quelle successive, con un risparmio stimato in 15.000 euro annui. Questi due provvedimenti possono consentire all’ente di dotarsi di un bilancio di previsione che rappresenti un modello virtuoso di programmazione e gestione del Sbv, – ha proseguito Signoretta – con un piano di rientro che dovrà comunque necessariamente essere pluriennale. In assenza, infatti, di interventi di natura straordinaria come finanziamenti specifici o provvedimenti di commissariamento dell’ente, non è possibile programmare un rientro a breve termine dalla situazione debitoria, con rischi evidenti per il Sbv, per i Comuni aderenti e per gli stessi creditori”.

Quanto al contenzioso con il Comune di Vibo Valentia resta in atto e “nessuna replica è pervenuta da Palazzo Luigi Razza al Sbv alla richiesta di convocazione di un tavolo istituzionale per affrontare la questione. Riguardo la posizione della Provincia rispetto alla Convenzione – prosegue la relazioneanche in questo caso la richiesta di voler indicare gli atti relativi alla “Convenzione per la gestione del Polo culturale polivalente del Complesso Santa Chiara” è rimasta inevasa dalla Provincia”. Medesima situazione in merito ai rapporti con la Regione alla quale “il Sbv aveva chiesto un incontro ufficiale urgente in quanto in assenza dei contributi o di altri fondi regionali, il Sistema Bibliotecario dovrà necessariamente valutare l’opportunità di chiedere allo stesso ente guidato dal presidente Occhiuto di sostituirsi nella garanzia dei servizi attualmente offerti, per oggettiva impossibilità di proseguire e per non incorrere nella casistica dell’interruzione di pubblico servizio. Ad oggi tale richiesta risulta inevasa”, ha continuato Signoretta. La parte conclusiva della relazione di fine mandato del presidente evidenzia la situazione debitoria del Sbv: “Il comitato di gestione dei sindaci ha approvato, oltre al prospetto dei crediti, il prospetto debitorio dell’ente – conclude la relazione – sono stati analizzati i debiti riguardanti dipendenti, fornitori, Inps e Inail, Agenzia delle Entrate, Agenzia delle Entrate Riscossione, Regione Calabria, Comune di Vibo Valentia, nonché prese d’atto dell’Assemblea in merito a pendenze relative a progetti specifici. Il totale di quanto menzionato ammonta a 686.206, 11 euro”.

LEGGI ANCHE: Sistema bibliotecario vibonese: la relazione di fine mandato di Fabio Signoretta

 Intervista al presidente del Sistema Bibliotecario Vibonese, tra progetti e criticità

Sistema bibliotecario vibonese, l’ex presidente Signoretta: «La Regione decida se chiuderlo o finanziarlo»

top