Tropea, la rassegna “Tarallucci e vino” giunge al termine

L’ultimo appuntamento della kermesse letteraria di Libera si terrà nella suggestiva piazza Cannone. Nell’occasione è previsto anche un concerto

L’ultimo appuntamento della kermesse letteraria di Libera si terrà nella suggestiva piazza Cannone. Nell’occasione è previsto anche un concerto

La piazza Cannone a Tropea
Informazione pubblicitaria

Si sta per concludere Tarallucci e vino, la kermesse letteraria di Libera Vibo Valentia che quest’estate ha toccato diverse zone del territorio provinciale con l’intento di promuovere un proficuo dibattito sui temi della giustizia sociale e della responsabilità civica. L’iniziativa terminerà con l’appuntamento previsto a Tropea venerdì 13 settembre, alle ore 21, in piazza Cannone, dove si terrà la presentazione del libro “Ho incontrato Caino” di don Marcello Cozzi vicepresidente di Libera. Un testo intenso che narra il tormento e l’inferno che è presente nell’animo dei pentiti. A dialogare con l’autore Beatrice Lento, presidente dell’associazione Sos korai onlus. Durante l’evento si esibiranno nel concerto “Seconda stella a destra” il soprano Gemma Fazzari ed il maestro Caterina Francese, quest’ultima con al suo fianco le alunne del Cantiere musicale internazionale di Mileto. Le due splendide voci saranno accompagnate da Carmine Barrese al pianoforte, al quale è affidata anche la direzione artistica, e da Diego Barbalace al violino. Nel corso della serata sarà possibile degustare i taralli e il vino provenienti dalle cooperative che operano sui terreni confiscati alle mafie. «Un gesto per unire alla forza delle nostre parole – afferma Libera – anche atti concreti per sostenere chi ha deciso di sporcarsi le mani nella lotta alle mafie.»

Informazione pubblicitaria