Scuola e integrazione, a Vibo Marina 14 migranti ottengono la licenza media

I minori stranieri hanno sostenuto gli esami all’Istituto “Vespucci”. A settembre frequenteranno le scuole superiori

I minori stranieri hanno sostenuto gli esami all’Istituto “Vespucci”. A settembre frequenteranno le scuole superiori

I ragazzi prima dell'esame
Informazione pubblicitaria

Non potevano certamente immaginarlo, otto mesi addietro, quando sbarcarono al Porto di Vibo Marina. La scuola rappresentava per loro una tappa fondamentale nel percorso di crescita ma anche di integrazione. Ma in terra straniera, con scarsa conoscenza della lingua italiana, l’obiettivo era arduo. Eppure, nei giorni scorsi, per 14 minori migranti, ospiti del Cas a Briatico, il sogno è diventato realtà, conseguendo con ottimi risultati la licenza media.

Informazione pubblicitaria

Un lavoro in cui hanno creduto fortemente. Un lavoro che ha visti impegnati in prima fila il responsabile Francesco Trunzo, lo staff delle strutture briaticesi e l’Istituto comprensivo “Vespucci” di Vibo Marina, guidato dalla dirigente Maria Salvia. 14 minori hanno conseguito la licenza media, aprendo le porte della formazione successiva nelle scuole superiori. Per molti, come ci raccontano i responsabili, la scelta del percorso formativo futuro è stata fatta. Al suono della prima campanella a settembre, alcuni frequenteranno i banchi di scuola dell’Istituto nautico di Pizzo, altri dell’Alberghiero, altri del Liceo artistico e altri ancora del Liceo linguistico.

Percorsi scolastici per gli studenti stranieri a Vibo Marina

Per Issa Ahmed, Saidu Nassiru, Tijani Zainab, Masgana Hana, Emmanuel Gift, Orammeh Jainaba, Emoriawo Endurance, Andreuw Blessing, Johnson Fahrt, Jallow Abdourahim, Diallo Momodou Boye, Ibrahima Sory Fofanà, Mohammed Ya e Keita Nilma, è un momento di gioia dopo quanto affrontato nella loro giovanissima età. Altrettanto entusiasmo per il superamento dell’anno scolastico di una giovane migrante, che ha conseguito la seconda media: «Non possiamo non ringraziare di cuore – aggiunge in conclusione il responsabile Francesco Trunzo – la dirigente Salvia per aver creduto in questi ragazzi e per aver aperto con grande generosità le porte della scuola da lei diretta».

LEGGI ANCHE:

Integrazione, a Tropea migranti impegnati nella Giornata ecologica

VIDEO | “Religions for Peace”, a Vibo Marina l’integrazione religiosa parte dalla scuola

Dal Sudan a Briatico: l’integrazione ha il sorriso di Benyame

Sport e integrazione, l’Atletica San Costantino festeggia i successi di Abdul