“Omofobi del mio stivale”, a Ricadi l’iniziativa contro le discriminazioni (VIDEO)

Dopo l’episodio della coppia gay respinta da una guest house, si è svolto sulla terrazza del belvedere di Capo Vaticano un incontro incentrato su diritti civili e sulla condanna dell’omofobia

Dopo l’episodio della coppia gay respinta da una guest house, si è svolto sulla terrazza del belvedere di Capo Vaticano un incontro incentrato su diritti civili e sulla condanna dell’omofobia

L'iniziativa di Ricadi (Foto Ricadi Informa)
Informazione pubblicitaria

Un grido per dire “no” all’omofobia e ad ogni forma di discriminazione. Arriva dallo splendido scenario della terrazza di Capo Vaticano, a Ricadi nel Vibonese. È l’iniziativa fortemente voluta da Massimo Arcangeli, linguista, il primo a denunciare la vicenda di una coppia di giovani gay rifiutata dal titolare di una guest house di Ricadi, e dalla giurista Alessia Bausone, vicepresidente dell’Associazione donne giuriste Italia di Catanzaro, che ha trovato condivisione in ambienti politici locali e regionali nonché di associazioni e operatori turistici del luogo. L’iniziativa, “Omofobi del mio stivale“, rappresenta la presa di posizione dopo quella vicenda.

Informazione pubblicitaria

«Non accetto i posti ghettizzati – ha detto Cinzia Nava, presidente della commissione delle pari opportunità della Regione Calabria -. Invito le coppie gay ad uscire per condividere il sentimento dell’amore, perché l’amore non conosce vergogna e non può essere oggetto di discriminazione».

«Sono onorata di poter accogliere nel mio comune questo evento» ha commentato la sindaca di Ricadi Giulia Russo.

LEGGI ANCHE:

Coppia omosessuale respinta a Santa Maria di Ricadi: “Non accettiamo gay e animali”

Coppia gay respinta a Ricadi, il vicesindaco Cuppari: «Rifiutiamo ogni discriminazione» (VIDEO)

La coppia gay discriminata a Ricadi: «Amiamo la Calabria, ma qui non ci veniamo»

Coppia gay respinta a Ricadi, l’albergatore non parla: «Niente di cui scusarmi»

Coppia gay rifiutata a Ricadi, minacciato di morte l’albergatore di Santa Maria

Coppia gay respinta, Mirabello: «Il Gay pride? Organizziamolo a Ricadi»