“Storia di una matita” conquista i piccoli lettori di Vibo, successo per la presentazione al Sbv

L’autore cosentino Michele D’Ignazio è stato ospite anche dell’Istituto comprensivo di Ricadi raccogliendo l’entusiasmo dei piccoli alunni. La saga è giunta al suo terzo capitolo

L’autore cosentino Michele D’Ignazio è stato ospite anche dell’Istituto comprensivo di Ricadi raccogliendo l’entusiasmo dei piccoli alunni. La saga è giunta al suo terzo capitolo

Informazione pubblicitaria
La presentazione al Sistema bibliotecario vibonese
Informazione pubblicitaria

Nuovo appuntamento al Sistema bibliotecario vibonese con protagonisti i piccoli lettori. Palazzo Santa Chiara, infatti, ha ospitato la presentazione del libro “Storia di una matita. A casa” con lo scrittore Michele D’Ignazio. L’apprezzato capitolo della saga, arrivato in libreria il 20 febbraio, ha già raccolto ampi consensi. La tappa vibonese non poteva non rivelarsi un successo per gli spunti offerti ai giovanissimi  e per la massiccia partecipazione. All’appuntamento erano presenti circa 80 persone, tra bambini e genitori, inclusa una classe di terza primaria intera: «Stanno leggendo i primi due libri – ha commentato D’Ignazio –  e mi hanno portato i loro disegni. Come sempre, i bambini hanno partecipato con grande entusiasmo».  Il terzo episodio della serie longseller “Storia di una matita” è frutto della creatività del giovane autore cosentino, tra gli ospiti più apprezzati della scorsa edizione del festival “Leggere & Scrivere”.

Informazione pubblicitaria

A conquistare il pubblico che ormai da anni segue lo scrittore: «l’essenzialità della narrazione, ma anche i tanti giochi linguistici, che trovano divertenti e stimolanti. Ad esempio – ha aggiunto – in questa terza storia sono principalmente legati al mondo della natura e degli alberi: “figlio mio” diventa “tiglio mio”, “papavero” un “papà vero”». Michele D’Ignazio ha inoltre incontrato gli alunni della primaria e secondaria di I grado dell’ Istituto comprensivo di Ricadi (anche nel plesso di Santa Domenica). Questa iniziativa  rientra nel progetto di promozione della lettura e di riqualificazione delle biblioteche di classe curato dal Sbv per la scuola diretta da Genesio Modesti. Sul futuro e sulla continuazione della fortunata saga, tuttavia, nessun sbilanciamento: «Per ora non penso ad un quarto libro, ma molto dipenderà dagli spunti e dalle idee che usciranno anche durante i laboratori e gli incontri con i bambini. Progetti di scrittura ne ho tanti, ma è presto per annunciarli».