mercoledì,Novembre 30 2022

Imprese calabresi ed export: a Vibo l’incontro promosso dal sottosegretario Dalila Nesci

Saranno presenti il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Luigi Di Maio e il viceministro dell’Economia e della Finanza, Laura Castelli

Imprese calabresi ed export: a Vibo l’incontro promosso dal sottosegretario Dalila Nesci
Dalila Nesci

«Le aziende calabresi hanno tutte le carte in regola per uscire dai confini nazionali ed affermarsi sui mercati esteri. Le nuove criticità che stanno caratterizzando lo scenario economico impongono delle nuove strategie per l’export delle imprese: quella dell’internazionalizzazione è una sfida che può essere vinta». Lo afferma il sottosegretario per il Sud e la Coesione Territoriale Dalila Nesci, la quale fa sapere che proprio per questo motivo, il 25 luglio, all’Hotel 501, a Vibo Valentia, a partire dalla ore 11,30, con Ice, Cdp, Simest e Sace, ha voluto organizzare una giornata di lavoro diviso in due sezioni: la mattina saranno presenti il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Luigi Di Maio, il viceministro dell’Economia e della Finanza, Laura Castelli, il presidente Ice, Carlo Ferro e Elbano De Nuccio, Presidente Cndcec. [Continua in basso]

Il ministro Luigi Di Maio

«Un incontro – spiega Dalila Nesci – per capire più approfonditamente il ruolo degli strumenti di sostegno all’internazionalizzazione e quanto i prodotti legati al nostro territorio siano opportunità economiche e veicolo del Made in Italy. Nella seconda parte della giornata gli imprenditori calabresi potranno beneficiare di consulenze personalizzate “B2B” con i referenti di Ice, CdP, Simest e Sace. Se un prodotto della nostra terra riesce ad affermarsi sui mercati internazionali, non è la singola impresa ma l’intera idea di Sud e della Calabria a varcare il confine con il suo vestito migliore». Il sottosegretario fa, quindi, sapere che «prima di dare luogo a questa iniziativa in presenza di giorno 25 luglio ho avviato un lavoro preparatorio con le associazioni datoriali della Calabria – attraverso una videoconferenza il 4 luglio – per far emergere con chiarezza i bisogni e le difficoltà legate allo specifico contesto in cui operano le piccole e medie imprese calabresi nel proprio percorso di internazionalizzazione. Nel corso della riunione sono intervenuti portando il loro punto di vista sul territorio Coldiretti, Confagricoltura, Confartigianato Imprese, Cna, Cia, Casartigiani, Confcommercio, Confesercenti, Unindustria, Confapi, Ordine dei commercialisti, Unioncamere, Camera di commercio, Regione Calabria. Un confronto molto positivo che ha portato alla luce diverse tematiche tra cui quella della formazione che deve essere implementata, dei trasporti che vanno migliorati e – conclude Dalila Nesci – della necessità di avere sul campo figure professionali che possano aiutare le piccole e medie imprese nella loro promozione all’estero».

Articoli correlati

top