mercoledì,Settembre 28 2022

Caro energia, Confindustria Vibo chiama i sindacati confederali a confronto

Convocato un incontro nella sede dell’associazione. Il consiglio direttivo: «Nel Vibonese questa situazione si amplifica a dismisura e rischia di innescare un processo irreversibile»

Caro energia, Confindustria Vibo chiama i sindacati confederali a confronto

«La crisi energetica e la corsa al rialzo dei prezzi delle materie prime hanno generato costi insostenibili per le imprese di ogni settore mettendo a dura prova la tenuta di tutto il sistema sociale ed economico italiano. In un contesto produttivo quale quello vibonese, questa situazione si amplifica a dismisura e rischia di innescare un processo irreversibile di distruzione di un sistema che ha subito nel corso di quest’ultimo triennio, le conseguenze di una pandemia, di una guerra e per ultimo, della stretta energetica».

Così il consiglio direttivo di Confindustria Vibo Valentia, guidato dal presidente Rocco Colacchio, che, fortemente preoccupato da tale situazione,   ha deliberato di incontrare presso la propria sede – giovedì 22 settembre alle ore 15.30 – i segretari delle organizzazioni sindacali confederali, Enzo Scalese (Cgil), Salvatore Mancuso (Cisl) e Pasquale Barbalaco (Uil) accompagnati dalle rispettive delegazioni, al fine di individuare congiuntamente ogni possibile strategia e strumento utile a ridurre l’impatto di questa folle tempesta dei prezzi sulle imprese e sul sistema  sociale che ruota intorno ad esse. 

Articoli correlati

top