Vibo, Vigili del fuoco proclamano lo sciopero: «Chiediamo più tutele»

Manifestazione davanti alla Prefettura e quattro ore di astensione dal lavoro: «Ma garantiremo le emergenze per la popolazione»
Manifestazione davanti alla Prefettura e quattro ore di astensione dal lavoro: «Ma garantiremo le emergenze per la popolazione»
Informazione pubblicitaria
La protesta dei Vigili del fuoco
Informazione pubblicitaria

Anche i Vigili del fuoco di Vibo Valentia incroceranno le braccia per quattro ore venerdì 15 novembre. A darne notizia le organizzazioni sindacali di Cgil, Cisl, Uil e Confsal che confermano lo sciopero nazionale della categoria. «Le iniziative messe in campo – si legge in una nota firmata dai segretari Salvatore Cefalà, Francesco Cortese, Vincenzo Lo Riggio e Antonino Policaro – scaturiscono dalla vertenza unitaria lanciata lo scorso giugno dai sindacati con lo scopo di chiedere al Governo risorse adeguate in legge di bilancio tali da consentire anche il rinnovo del contratto di lavoro, scaduto ormai da quasi un anno e un riconoscimento retributivo e previdenziale dignitoso; maggiori tutele contro gli infortuni sul lavoro e per il riconoscimento delle malattie professionali; un piano assunzionale adeguato, a garanzia di una maggiore sicurezza del personale, che diminuisca i carichi di lavoro troppo elevati e abbassi l’esposizione ai rischi a cui sono soggetti i Vigili del fuoco quotidianamente. Durante l’astensione dal lavoro – viene precisato nella nota – sarà in ogni caso garantita l’attività di soccorso tecnico urgente alla popolazione». Al fine di sensibilizzare anche la popolazione e le istituzioni locali sulle problematiche, una rappresentanza dei lavoratori e di delegati sindacali manifesterà dalle ore 16 alle ore 18 nello spazio antistante la Prefettura di Vibo Valentia.

Informazione pubblicitaria