mercoledì,Giugno 16 2021

Aiuti regionali, la denuncia di Confartigianato: «Nessuno firma i decreti, risorse ferme»

L’associazione di categoria punta il dito contro l’immobilismo della Regione: «Il fondo per la competitività e lo sviluppo è una trappola burocratica per le imprese»

Aiuti regionali, la denuncia di Confartigianato: «Nessuno firma i decreti, risorse ferme»
Un artigiano al lavoro

«L’immobilismo della Regione Calabria rispetto all’erogazione dei contributi in conto capitale a fondo perduto in favore delle imprese artigiane afferenti al Fondo regionale per la competitività e lo sviluppo, non può essere sottaciuto e tollerato». Non usa mezzi termini Confartigianato imprese Calabria, che sollecita ancora una volta la Regione ad intervenire in merito ai ritardi che stanno bloccando l’erogazione delle risorse del «fondo destinato a sostenere gli acquisti di scorte ed investimenti in attrezzature».

«Risorse che in questo momento di crisi innescata dalla pandemia rappresenterebbero davvero una boccata d’ossigeno per le nostre imprese – si legge in una nota -. Quel bando che era stato pensato per essere snello e garantire rapidità di risposte alle imprese artigiane è diventato l’ennesima trappola della burocrazia regionale, tanto che per arrivare alla erogazione dei contributi ci sono ben tre passaggi formali da adempiere prima di arrivare alla liquidazione. E se il precedente ritardo, accumulato nella fase iniziale, era stato in parte recuperato nel periodo estivo grazie anche all’intervento del presidente facente funzione, Nino Spirlì – all’epoca vice presidente con delega all’Artigianato -, dal 15 settembre (data dell’ultimo decreto) nulla, o quasi, è stato fatto».
Continua a leggere la notizia su LaC News24

top