domenica,Dicembre 4 2022

Otto i Comuni del Vibonese chiamati al voto: liste e candidati a sindaco – LIVE

Filadelfia è il centro più grande della provincia di Vibo Valentia chiamato ad eleggere il nuovo primo cittadino. Ecco come votare

Otto i Comuni del Vibonese chiamati al voto: liste e candidati a sindaco – LIVE

La parola ai cittadini. Finita la campagna elettorale, messi da parte gli slogan e gli annunci, adesso spetta agli elettori decidere. In questa tornata elettorale per le amministrative, nel Vibonese si vota per otto Comuni. Seggi aperti questa mattina dalle ore 7 fino alle ore 23 e lunedì mattina sempre dalle ore 7 alle ore 15. Lo scrutinio inizierà martedì mattina.

Dati affluenza elezioni comunali nel Vibonese ore 19.00

Percentuale affluenza nel Vibonese: 28,93%

  • Affluenza Brognaturo: 27,59%
  • Dasà: 29,36%
  • Filadelfia: 26,76%
  • Francica: 25,50%
  • Joppolo: 25,99%
  • Polia: 33,44%
  • Sant’Onofrio: 31,91%
  • Zambrone: 36,96%

Tra i centri più grandi del Vibonese chiamati alle urne c’è Filadelfia, autentico feudo elettorale della famiglia De Nisi: Maurizio è, infatti, il sindaco uscente al secondo mandato e, quindi, non più candidabile, mentre Francesco, già presidente della Provincia di Vibo Valentia con il centrosinistra, è oggi candidato alle Regionali per Coraggio Italia (centrodestra). Il candidato sindaco della loro lista è l’avvocato Anna Bartucca. A sbarrare la strada a quest’ultima ci proveranno l’ex vicesindaco dell’amministrazione De Nisi, Antonio Carchedi, e l’avvocato Francesco Zoccali.

Altra partita aperta a Sant’Onofrio. Due i candidati a sindaco: Onofrio Maragò, primo cittadino uscente, prova a portare a casa il secondo mandato consecutivo da primo cittadino, e l’architetto Antonino Pezzo, che guida una lista civica.
Pure a Francica due le liste in campo: i candidati a sindaco sono l’ex assessore Michele Mesiano e Giuseppe Fogliaro, pronti a succedere al primo cittadino uscente Giovanni Manfrida.

Anche a Polia (Comune retto da più di un anno da un commissario prefettizio a seguito delle dimissioni del sindaco Domenico Amoroso e dell’intero Consiglio comunale dopo l’arresto dell’assessore ai Lavori pubblici Giovanni Anello, coinvolto nell’operazione antimafia “Imponimento”) due sono gli aspiranti sindaco: si tratta di Luca Alessandro e Maria Umbro.
A Zambrone Corrado L’Andolina tentail bis. Al primo cittadino uscente si contrappone una lista che candida a prima cittadina Mariella Epifanio.
A Brognaturo (paese che va al voto per la prematura scomparsa nel gennaio scorso del sindaco Cosmo Tassone), a correre per la poltrona da sindaco sono Rossana Tassone (figlia di Cosmo) e Giuseppe Salvatore Tassone.

Tre, invece, i candidati a sindaco a Dasà: si tratta del primo cittadino uscente Raffaele Scaturchio, di Francesco Filardo e di Antonio Rocco Portaro.
Infine, due sono i candidati a sindaco a Joppolo: Valerio Mangialardo e Giuseppe Dato, già primo cittadino, consigliere comunale uscente di minoranza. Non si ricandida il sindaco uscente Carmelo Mazza. [Continua in basso]

Filadelfia

Il Comune di Filadelfia

Per la lista “Coraggio Filadelfia”, che candida a primo cittadino Anna Bartucca, i candidati alla carica di consiglieri comunale sono: Liliana Campisano (cl. ’84); Davide Caruso (cl. ’81); Maurizio De Nisi (cl. ’80); Tommaso Diaco, detto Masino (cl. ’72); Rosalba Galati (cl. ’78); Francesco Gugliotta, detto capocaccia (cl. ’77); Francesco Gugliotta, detto Franco (cl. ’58); Rosario Gugliotta (cl. ’65); Veronica Gugliotta (cl. ’79); Caterina Masolo (cl. ’70); Sandra Mazzotta (cl. ’86); Giuseppe Serraino, detto Pino (cl. ’55).

Per la lista “Filadelfia Insieme”, invece, il candidato sindaco è Francesco Zoccali. Questi gli aspiranti consiglieri comunali: Davide Pisarà; Andrea Serrao; Fabrizio Flavio Quattrocchi; Agostino De Nisi; Tommaso Anello; Giuseppina Gallo; Maria Carchedi; Ippolita Pirrò; Rosalba Montauro.

Questi i candidati a consiglieri comunali della lista “Attivamente per Filadelfia” con Antonio Carchedi candidato sindaco: Manuela Costa; Mariagrazia De Nisi; Patrizia Diaco; Gianluca Grocorace; Gianpietro Ieracitano; Francesco La Gamba; Giovanni Mastrandrea; Antonio Ranieli; Caterina Rondinelli; Vito Rondinelli; Caterina Ruscio; Vittoria Serratore. [Continua in basso]

Sant’Onofrio

I candidati consiglieri comunali a sostegno del sindaco uscente Onofrio Maragò, lista “Tre Spighe”: Rosa Ferraro (detta Rossella); Gregorio Profiti; Pietro Petrolo; Domenico Ruggiero; Onofrio Profiti; Laila El Afia; Giuseppe Ruffa; Felice Antonio Casuscelli; Giorgio Caridà; Nicola Addesi; Chiara Maria Teresa D’Amico; Maria Elisabetta Marcello.

Alla carica di consiglieri comunali nella lista a sostegno dell’aspirante primo cittadino Antonino Pezzo, lista “Coraggio Sant’Onofrio”, sono invece candidati: Giuseppe Alibrandi; Roberto Barbieri; Annamaria Donato; Antonio Figliano; Rossana La Fortuna; Nicola Lo Preiato; Pietro Lo Preiato; Rosa Maria Malfitano; Antonio Mazza; Domenico Pezzo; Giovanni Carlo Piella; Domenico Pileci. [Continua in basso]

Francica

Al fianco di Michele  Mesiano, lista “Liberi di cambiare per il bene di Francica”, i dieci candidati alla carica di consigliere comunale sono: Danilo Lavecchia; Gianfranco Liguori; Antonio Mignolo; Antonio Mondella; Tonino Politi; Daniele Stagno; Antonino Staropoli; Lucia Piperno; Antonio Zaccaria; Nazzareno Emanuele Lacquaniti.

Questi i candidati consigliere nella lista guidata da Giuseppe Fogliaro (“Lista Francica”): Adriano Staropoli, Antonio Crisafulli, Antonio Lacquaniti, Francesco Currà, Emanuele Fodarello, Antonino Colacchio, Nazzareno Mondella.

Polia

Il Municipio di Polia

Nella lista “Polia 18.0” a sostegno di Luca Alessandro sono candidati a consiglieri comunali: Alessandro Concetta; Alessia Buccinnà; Rossella Criniti; Antonio Demonte; Simone Gaccetta; Antonio Galati; Francesco Gigliotti; Mario Pizzonia; Carmelino Pujia; Francescantonio Sorrenti.

A sostegno della candidato a sindaco Maria Umbro, lista “Insieme si può – per Polia”, sono invece candidati a consiglieri comunali: Franco Pujia; Debora Teti; Antonio Masdea; Francesco Penna; Vincenzo Farina; Loredana Ielapi; Mario Teti; Matteo Umbro; Domenico Monterosso; Caterina Feroce.

Zambrone

Nella lista “Identità e futuro per Zambrone” a sostegno di Corrado L’Andolina sono candidati a consiglieri comunali: Nicola Grillo (vicesindaco); Vincenzina Rosa Corrozzo (assessore uscente); Carlo Ferraro (consigliere uscente); Pasquale Giamborino; Domenico Pepè; Salvatore Giannini (segretario cittadino del Pd); Giuseppe Conca; Salvatore Grillo; Romana Grillo; Mariana Iannello.

A sostegno della candidata a sindaco Mariella Epifanio, con la lista “Rinascita per Zambrone” ci sono invece i seguenti aspiranti consiglieri comunali: Amelia Conca; Fabio Cotroneo; Michele Florio; Gerolamo Giannini; Stefano Grillo; Antonino Mandaradoni; Giovanna Carluccia Mastrilli; Matteo Trimboli; Carlo Tripodi; Salvatore Mazzitelli.

Brognaturo

Per la lista “Continuare a servire il popolo” a sostegno dell’aspirante sindaco Rossana Tassone sono candidati a consiglieri comunali: Vincenzo Battaglia; Luca Circosta; Giuseppe Coda; Francesco Iennarella; Cosimo Nicola Papa; Adriano Renda; Ilario Cosimo Tripodi.

Con la lista “Noi per Brognaturo” che vede candidato a primo cittadino Giuseppe Salvatore Tassone, sono invece candidati a consiglieri comunali: Andrea Bertucci; Consolatina De Stefano; Raffaella Federico; Raffaele Cosmo Iennarella; Luigi Musolino; Paola Sodaro; Giovanni Scopacasa; Rita Antonia Tassone.

Dasà

Raffaele Scaturchio con la lista “Dasà insieme” presenta a consiglieri comunali: Anna Barba (vicesindaco uscente); Domenico Scarmozzino (assessore uscente); Domenica Gentile (presidente del Consiglio comunale); Bruno Corso (consigliere uscente); Vincenzo Cirillo (consigliere uscente); Elena Altamura (casalinga), Giuseppe Brogna (vigile del fuoco), Giovanni Conidoni (elettricista); Pietro Amato (carabinieri in pensione); Elio Mangiardi (avvocato).

Per la lista “Gli ulivi”, il candidato a sindaco Francesco Filardo è sostenuto dai seguenti candidati a consiglieri comunali: Marialuisa Boniardi; Maria Rosaria Catania; Rosario Cirillo; Salvatore De Masi; Angela Filardo; Giuseppe Santaguida; Antonio Siciliano; Pietro Tripodi; Martina Urzia; Maria Caterina Demarzo.

La terza lista in campo è denominata “Dasà nel cuore” e candida a sindaco Antonio Rocco Portaro. I candidati alla carica di consiglieri comunali sono: Vanessa Bova; Giuseppe Grioli; Tatiana Saragò; Bruno Demasi; Francesco Ganino; Vincenzo Racina; Domenico Bellè.

Joppolo

A sostegno del candidato a sindaco Valerio Mangilardo, in campo con la lista “Joppolo nel cuore”, sono candidati alla carica di consiglieri comunali: Antonio Loiacono di Caroniti (consigliere uscente); Ambrogio Scaramozzino (consigliere e assessore uscente); Sabrina Macchione; Alex Preiti; Francesco Albino; Sisto Comerci; Biagio Zappia; Graziano Corigliano (assessore uscente); Francesco Messina di Monte Poro; Francesca Mazzeo.

Candidato a sindaco con la lista “CambiAmo Joppolo” è invece Giuseppe Dato, già primo cittadino, consigliere comunale uscente di minoranza. A suo sostegno i candidati a consiglieri sono: Giovanni Burzì; Salvatore Burzì; Alessandro Comerci; Carmela Domenica Gurzì; Francesco Furci; Antonio Mazza; Ottavio Saccomanno; Stefano Siclari; Domenica Ventrice; Guido Ventrice.

Come si vota nei comuni sotto ai 15mila abitanti

Nei comuni sotto ai 15mila abitanti l’elezione del sindaco e del consiglio comunale è diretta e non è previsto alcun ballottaggio (salvo parità di preferenze). Si esprime la propria preferenza tracciando un segno sul candidato sindaco o sulla lista collegata al candidato sindaco o anche sia sul candidato sindaco che sulla lista collegata al medesimo candidato sindaco: in ogni caso il voto viene attribuito sia alla lista di candidati consiglieri che al candidato sindaco collegato. Nei comuni fino a 5mila abitanti si può esprimere una sola preferenza mentre nei comuni con popolazione superiore a 5mila abitanti è possibile indicare fino a due preferenze. In questo caso, tuttavia, devono riguardare una candidata di genere femminile ed un candidato di genere maschile (o viceversa), pena l’annullamento della seconda preferenza. È eletto sindaco il candidato che ottiene il maggior numero di voti. 

Articoli correlati

top