martedì,Ottobre 19 2021

Zambrone, Epifanio e i suoi ringraziano i cittadini: «Saremo una degna opposizione»

Il gruppo arrivato secondo alle scorse comunali che hanno visto la riconferma del sindaco L'Andolina: «Abbiamo perso per una manciata di voti, vi rappresenteremo tutti con passione e impegno»

Zambrone, Epifanio e i suoi ringraziano i cittadini: «Saremo una degna opposizione»

«534 volte grazie! Si inizia sempre così vero? E a noi che piace fare la differenza, vorremmo iniziare così: 534 + 48 volte (48 è lo scarto di voti tra Epifanio e L’Andolina sindaco riconfermato, ndr) e anche più, grazie!». Inizia così la lettera di ringraziamento ai cittadini di Zambrone da parte di Maria Carmela Epifanio, candidata a sindaco alle scorse comunali, e di tutti i componenti della sua lista “Rinascita per Zambrone”, arrivata seconda nella sfida a due con “Identità e futuro per Zambrone” capeggiata da Corrado L’Andolina. [Continua in basso]

«Evidentemente alcune “situazioni” erano insuperabili per il nostro modo di intendere la politica – scrivono -. È comunque un dato di fatto la sconfitta e ne abbiamo già preso coscienza, in maniera tanto rapida da essere già pronti al nostro ruolo di opposizione. Beh, un’opposizione di tutto rispetto che prende metà della popolazione comunale e non è un dato da poco. È bene sottolinearlo e ricordarlo sempre! Tanto ci dice il risultato elettorale che ci ha visti distanziati dai vincitori per una manciata di voti. Non ci chiameremo perciò mai minoranza ma saremo fieri di definirci opposizione».

Il gruppo ci tiene comunque a ringraziare tutti i cittadini e sottolinea: «Avevamo detto che avremmo lasciato un segno nella storia del Comune e così sarà anche dopo. Avremmo sicuramente voluto farlo in una posizione di trionfo ma, resta il fatto che la nostra quasi vittoria, ha dato modo a molti di fare lunghe riflessioni. Avevamo promesso una sola cosa noi, che ci saremmo stati come ci siamo stati sempre. E così sarà! Con la passione, l’impegno e l’onestà che ci ha contraddistinti sempre, accogliendo la rabbia, i torti subiti e le aspettative mancate di donne e uomini zambronesi, saremo nel palazzo comunale per rappresentarvi degnamente quali cittadini di un territorio abbandonato ma meraviglioso, ricco di potenzialità ma inespresse, portatori di un ritardo di sviluppo economico e turistico considerevole e oggi, oggettivamente, difficilmente recuperabile. Svolgeremo le nostre funzioni con responsabilità ed imparzialità, rappresentando le istanze di tutti i cittadini. Saremo dunque opposizione vigile, critica, dura e intransigente quando occorrerà, tanto quanto saremo costruttivi e propositivi per lavorare sul miglioramento di questo paese. Ci confronteremo periodicamente con la cittadinanza in maniera da avere un costante dialogo sul territorio. Intento che coincide con la volontà di stare tra la gente. Il gruppo esiste e resiste. Ci siamo e ci saremo. Con tutti noi potrete confrontarvi ogni qual volta ne avrete l’esigenza, pubblicamente o privatamente per ogni tipo di mancanza, disservizio, proposta o esigenza varia, nelle quali potremo esservi utili. Al comune di Zambrone finalmente, torna di casa la Democrazia con una degna opposizione. La nostra voce, sarà la vostra voce. La Rinascita per Zambrone inizia da qui», si conclude così la lettera firmata da Maria Carmela Epifanio, Amelia Conca, Fabio Cotroneo, Stefano Grillo, Antonino Mandaradoni, Giovanna C. Mastrilli, Michele Florio, Salvatore Mazzitelli, Gerolamo Giannini, Matteo Trimboli e Carlo Tripodi.

LEGGI ANCHE: Zambrone: nominata a tempo record la nuova giunta comunale

Articoli correlati

top