domenica,Luglio 14 2024

Pd vibonese a congresso, Giovanni Di Bartolo (già segretario) attende l’ufficialità

Il giovane studente universitario è il candidato unico alla segretaria di via Argentaria, così come l’uscente Francesco Colelli è il solo aspirante alla guida del circolo cittadino di Vibo Valentia

Pd vibonese a congresso, Giovanni Di Bartolo (già segretario) attende l’ufficialità
Giovanni DI Bartolo

Si sta votando da questa mattina alle ore 9 in tutti i circoli del Partito democratico della provincia di Vibo Valentia per l’elezione del nuovo segretario della Federazione di via Argentaria. Le urne si chiuderanno alle ore 20. Si tratta, tuttavia, di dare semplicemente il via libera all’investitura formale e ufficiale in quanto il candidato è unico (così come la lista dei candidati all’assemblea) e, dunque, di fatto già segretario provinciale in pectore: Si tratta – come è oramai noto – di Giovanni Di Bartolo, 25 anni, studente universitario: «Dobbiamo costruire un Partito democratico pragmatico e inclusivo, organizzato sugli impegni e sugli obiettivi della nostra agenda», questo lo slogan scelto dal giovane timoniere democrat del Vibonese, la cui candidatura alla segreteria provinciale è stata individuata, a suo tempo, dai dirigenti regionali e provinciali al termine di una riunione svoltasi nella sede regionale del Pd di Lamezia Terme. Scelta, questa, poi fortemente contestata dall’ex sindaco di Maierato Sergio Rizzo, il quale non ha mancato di candidarsi anche lui alla segretaria in segno di aperta polemica con la decisione assunta dai vertici del partito, rei, a suo dire, di non avere ascoltato la base del partito nella scelta di Giovanni Di Bartolo. Il passo indietro di Sergio Rizzo solo dopo che sulla vicenda è intervenuto il segretario regionale Nicola Irto. Ed è stato sempre quest’ultimo l’artefice che ha fatto cambiare idea all’ex consigliere regionale e già sindaco di Serra San Bruno Luigi Tassone, che per giorni ha fatto intendere che era pronto anche lui a candidarsi alla guida della Federazione provinciale di via Argentaria, se la sua corrente non avesse avuto la giusta rappresentatività nelle assemblee regionale e provinciale. [Continua in basso]

Si vota anche per il circolo cittadino di Vibo

Nella città capoluogo i militanti democrat sono chiamati a votare, oltre che il segretario di Federazione, anche il nuovo segretario del circolo cittadino. Ma anche qui vale lo stesso discorso fatto per la segreteria provinciale: il voto di oggi, infatti, per l’uscente Francesco Colelli, 34 anni, imprenditore, rappresenta una pura e semplice formalità poiché anche lui – come Giovanni Di Bartolo – è candidato unico (e una sola è anche la lista dei candidati, già eletti, al direttivo). «Per un partito aperto e democratico che torni a essere espressione della base. Un partito nuovo, che guardi al futuro con uno sguardo alla nostra storia e alle nostre radico», il motto politico del candidato unico al circolo del capoluogo.

Francesco Colelli (Pd)

La strada a Francesco Colelli è stata spianata dopo che nelle ultime ore è venuta meno la candidatura di Claudia Gioia, espressione della dirigenza dem e soprattutto del capogruppo consiliare al Comune di Vibo Valentia Stefano Luciano. Quest’ultima in un lungo comunicato stampa ieri ha, tra le altre cose, spiegato che la sua disponibilità è venuta meno «per ragioni di ordine politico ma anche per ragioni più propriamente tecniche. Sotto il profilo politico – ha precisato l’interessata – occorre evidenziare che la linea del partito era ed è quella dell’unità come requisito per attuare quel progetto di rigenerazione voluto dalla segreteria regionale. Ed è in funzione di tale linea che ritengo sia arrivato il momento della responsabilità per chi, per mere finalità personalistiche, mette a repentaglio la tenuta del partito cittadino. Appare chiaro – ha rimarcato sempre Claudia Gioia – che la presenza di una candidatura alternativa a quella indicata dal partito al circolo di Vibo, che non esprime la tanto ricercata novità, si pone in netto contrasto con lo spirito iniziale che era quello di darsi unitariamente una proiezione diversa rispetto al passato. Né appare possibile una sintesi fra le due liste rappresentando, queste ultime, due visioni alternative del ruolo e della funzione del partito in città». [Continua in basso]

I candidati (già eletti) all’assemblea provinciale del Pd vibonese

Collegio 1) Michele Condò; Carla Bertucci; Francesco Rocco Scaramozzino; Collegio 2) Maria Grazia Curtosi; Gianni Marcello; Alessia Landro; Collegio 3) Giuseppe Carlino; Lorenzo Sharon; Vincenzo Romeo; Francesca Squillace; Collegio 4) Fabrizio Maiolo; Maria Carmen Aloi; Antonio Moncalieri D’Elia; Collegio 5)  Francesca Rondinelli; Gianluca Gregorace; Tiziana Corallini; Gioacchino Puglisi; Caterina Rondinelli: Pasquale Marino; Collegio 6) Caterina Contartese; Antonio Monteleone; Michela Contartese; Michele Antonio Donato; Collegio 7) Adele La Rizza; Salvatore Crupi; Teresa Scarnato; Antonio Taverniti; Collegio 8) Rita Grillo; Rosario Lopreiato; Anna Grillo; Collegio 9) Aldo Angilleri; Giuseppina Monteleone; Federico Soriano; Azzurra Polito; Collegio 10) Maria Letizia Germinaro; Claudio Ruffa; Collegio 11) Fausta Mazzeo; Francesco Antonio Spanò; Sabrina Macchione; Collegio 12) Luca Rullo; Rosanna Lo Iacono; Marco Malvaso; Gina Immacolata Figliuzzi; Collegio 13) Carmelo Aiello; Nadia Fortuna; El Afia Abdhellha; Maria Barbieri; Bruno Battaglia; Maria Teresa Di Leo; Dario Staropoli; Daniela Esposito; Luca La Gamba; Rosita Giordano; Orlando Zangara; Doris Deodato; Romeo Aracri; Elena Maddalena Chiti; Collegio 14) Giuseppe Ciancio; Federica Maragò.    

La lista dei candidati (già eletti) al direttivo del circolo

Lista a sostegno del candidato a segretario cittadino Francesco Colelli: Antonio Iannello; Maria Teresa Esposito; Carmelo Apa; Assunta Achille; Gernando Marasco; Girolama Manno; Antonino Ravenna; Federica Liduini; Leoluca La Gamba; Eugenia Maiolo; Pietro Esposito; Loris Monteleone; Francesco Serra; Annalisa Macrì.

Articoli correlati

top