martedì,Settembre 21 2021

Trasporti in Calabria, Censore (Pd) interviene in aula e cita la Trasversale delle Serre

Il “nodo” trasporti in Calabria arriva alla Camera dei Deputati, dove, questa mattina, è stata approvata una mozione a favore del potenziamento del sistema infrastrutturale regionale.

Trasporti in Calabria, Censore (Pd) interviene in aula e cita la Trasversale delle Serre

La dibattuta questione ha registrato, tra gli altri, l’intervento del deputato Pd Bruno Censore, il quale ha additato il “non-sistema” dei trasporti in regione come «un caso esemplare, frutto – ha detto – non solo della carenza di adeguate infrastrutture, ma anche di vuoti nella “filiera trasporti” che, nel nostro territorio, è priva di anelli di collegamento all’interno di infrastrutture strategiche». Ragionando sulla necessità di un potenziamento della piattaforma regionale dei trasporti, Censore ha citato, come approccio possibile, l’adozione di «politiche “forti” e di sistema sulle infrastrutture e sui servizi di trasporto. Diventano essenziali – ha spiegato – iniziative tempestive utili a garantire in tempi celeri il sensibile miglioramento della rete infrastrutturale in Calabria».

Emblema dei disagi sono, a suo parere, «la Statale 106 e la Salerno-Reggio Calabria, principali direttrici simbolo dell’abbandono e di un “sistema trasporti” incompleto che continua a vincolare un intero territorio a condizioni di marginalità geografica ed economica, condizionandone ogni prospettiva di sviluppo». Ma, ancora, è «il vuoto nel reticolo dei trasporti ad emergere in maniera chiara dalla totale mancanza di “maglie” essenziali. Insufficienti e incompleti sono – per Censore – i vincoli strategici tra gli assi portanti di collegamento nel territorio regionale». Un riferimento su tutti: «la Trasversale delle Serre, una delle direttrici più importanti della Calabria, il cui completamento renderebbe l’opera il reticolo viario principale di un’area vasta al centro della regione, snodo di traffico di importanti flussi di merci e di persone da e verso il Porto di Gioia Tauro».

Limiti di un sistema infrastrutturale arretrato che, se migliorato, per il deputato serrese, farebbe della Calabria «la porta di accesso ai mercati europei dei traffici commerciali dell’Est asiatico, un territorio in posizione centrale e baricentrica nel Mediterraneo che si configurerebbe come nodo di transito privilegiato fra tre continenti».

Articoli correlati

top