giovedì,Agosto 18 2022

Comune di Vibo, Italia al Centro verso l’ingresso nella maggioranza: ma il progetto è pure un altro

Il partito (oggi all’opposizione in consiglio comunale) chiamato nelle prossime ore a decidere se dare o meno il suo sostegno al sindaco Maria Limardo impegnata nel varo della nuova giunta di Palazzo Luigi Razza

Comune di Vibo, Italia al Centro verso l’ingresso nella maggioranza: ma il progetto è pure un altro
Palazzo Luigi Razza, sede del Comune
Francesco De Nisi e Franco Bevilacqua

Il progetto politico del partito “Italia al Centro” – che fa capo a livello nazionale a Giovanni Toti e Gaetano Quagliariello ed a livello regionale a Francesco De Nisi e Francesco Bevilacqua – è molto più ampio del semplice ingresso nella maggioranza di centrodestra al Comune di Vibo Valentia e, quindi, nella nuova giunta guidata dalla primavera del 2019 dal sindaco di centrodestra Maria Limardo. La scelta, se fare o meno parte del rinnovato esecutivo di Palazzo Luigi Razza, sarà presa questa sera nel corso di un apposito incontro tra i dirigenti regionali e locali e il gruppo consiliare del capoluogo, ancora oggi – va ricordato – all’opposizione. I motivi e le ragioni che spingono il partito ad entrare nell’attuale maggioranza sono, insomma, di più ampio respiro rispetto all’assegnazione di un singolo assessorato da parte del capo dell’amministrazione cittadina in vista della risoluzione della crisi politica interna alla maggioranza di centrodestra. [Continua in basso]

Patto politico per una nuova coalizione di centrodestra

Il “patto” politico che nelle prossime ore il coordinatore calabrese di “Italia al Centro” Francesco De Nisi, il presidente regionale del partito Francesco Bevilacqua e il coordinatore provinciale Giuseppe Monteleone, unitamente ai consiglieri comunali del gruppo consiliare, starebbero per chiudere con il sindaco e la sua maggioranza, punta a creare una nuova e ancora più ampia coalizione di centrodestra fuori e dentro il Palazzo che nei mesi avvenire sia, pertanto, in grado di affrontare le prossime sfide elettorali. A cominciare dalle elezioni Politiche per il rinnovo del Parlamento del prossimo anno, passando per le Comunali della città capoluogo della primavera del 2024 e per le elezioni Europee fissate pure per il 2024. Il partito vibonese di “Italia al Centro”, che altro non è che la creatura centrista voluta a livello nazionale da Giovanni Toti (governatore della Liguria) e dal senatore Gaetano Quagliariello, guarda pertanto al futuro prossimo ma soprattutto a quello lontano.

L’accordo con l’attale amministrazione Limardo, quindi, in base a quanto fatto trapelare dagli ambienti di “Italia al Centro”, dovrà rappresentare soltanto il punto di partenza di un processo politico impegnato a trovare giorno dopo giorno la sua naturale conclusione nella perfetta alleanza politica tra le varie anime del centrodestra vibonese in vista dei prossimi, quanto importanti, appuntamenti elettorali. Questa la speranza, questo l’obiettivo della dirigenza di Italia al Centro, che nelle prossime ore dovrà quindi stabilire se l’ingresso nella maggioranza che sostiene il sindaco Maria Limardo alla guida dell’amministrazione comunale possa offrire le necessarie garanzie politiche per un futuro accordo elettorale. Sul quale, c’è da dire, in molti nel centrodestra ci sperano.

Articoli correlati

top