lunedì,Dicembre 5 2022

Elezioni amministrative, nel Vibonese al voto 12 Comuni: alle ore 19 affluenza al 38,53%

Occhi puntati in particolare su Pizzo, che chiude il commissariamento per infiltrazioni mafiose, e Stefanaconi. L'affluenza per i referendum è al 4,81%.

Elezioni amministrative, nel Vibonese al voto 12 Comuni: alle ore 19 affluenza al 38,53%

Sono 74 i Comuni della Calabria che oggi 12 giugno sono chiamati alle urne per rinnovare i rispettivi sindaci e i Consigli comunali: di questi 74 Comuni, quattro – oltre al capoluogo di regione Catanzaro ci sono Palmi (provincia di Reggio Calabria), Acri e Paola (in provincia di Cosenza) e- hanno una popolazione superiore ai 15mila abitanti e quindi saranno eventualmente interessati dal ballottaggio, in programma il 26 giugno, qualora nessuno dei candidati a sindaco raggiungesse il 50% + 1 dei voti validi al primo turno.
Nel Vibonese si vota in dodici Comuni per eleggere i sindaci e rinnovare i Consigli comunali.  I seggi resteranno aperti dalle ore 7.00 fino alle 23 (si vota anche per i cinque quesiti referendari).  Per quanto riguarda l’ordine di scrutinio, dalle ore 23 di questa sera si procederà i referendum sulla giustizia; alle ore 14 di lunedì 13 giugno i inizierà invece con lo spoglio delle comunali. Questi i Comuni del Vibonese impegnati con le elezioni amministrative:

  • Arena
    Due i candidati a sindaco al Comune di Arena e due le liste presentate. In campo il primo cittadino uscente Antonino Schinella (che tenta la sua terza riconferma), in corsa per la conquista del suo terzo mandato consecutivo, sostenuto dalla lista “Insieme verso il futuro”. L’altro aspirante alla fascia tricolore è Domenico Bellé, appoggiato dalla lista “Per il bene comune”, ritenuta una lista “civetta”.
  • Capistrano

A Capistrano l’appuntamento elettorale conta sulla carta due candidati. Il sindaco uscente Marco Martino, ex Udc e dallo scorso anno transitato in Forza Italia, e Rocco Tino, militare dell’Esercito. Le urne diranno se la lista contrapposta al primo cittadino uscente è o meno una lista “civetta” (Rocco Tino non ha tenuto nessun comizio di chiusura elettorale).

  • Fabrizia

Un solo candidato a sindaco per il Comune di Fabrizia: il primo cittadino uscente del centro montano delle Serre, Francesco Fazio, dovrà vedersela con il raggiungimento del quorum dei votanti per rendere valido il turno elettorale ed impedire il commissariamento prefettizio del Comune.

  • Filogaso

A Filogaso due le liste presentate per il rinnovo del consiglio comunale di Filogaso. “Si ama Filogaso” sostiene il primo cittadino uscente Massimo Trimmeliti. Alla guida di “Alternativa Filogaso”, il candidato sindaco Antonio Barba.

  • Francavilla Angitola

In campo a Francavilla il primo cittadino uscente Giuseppe Pizzonia e l’attuale capogruppo della minoranza Carmelo Nobile. Il sindaco uscente schiera la lista “Lavoriamo per Francavilla” mentre Nobile si presenta con la lista “Democrazia e progresso”.

  • Ionadi

A Ionadi il confronto alle urne vede ricandidato l’attuale sindaco Antonio Arena contrapposto a Fabio Signoretta. I due si contendono lo scranno più alto del Comune, alle porte di Vibo Valentia, alla guida delle rispettive liste civiche: “Ionadi nel cuore” e “Per Jonadi”.

  • Pizzo

Quattro candidati a sindaco: Sergio Pititto, storico sindacalista della Cisl, sostenuto da “Adesso Pizzo” (lista civica apertamente sostenuta da Forza Italia e dal senatore Giuseppe Mangialavori); Emilio De Pasquale, medico, sostenuto da “Domani è Oggi” (lista civica sostenuta dal consigliere regionale Antonio Lo Schiavo e dal Pd); Francesco Muzzopappa, avvocato e attuale presidente del Consiglio comunale di Filandari, sostenuto da “Città libera”. Chiude la corsa Peppino De Caria, appoggiato dalla lista “Adesione Democratica”.

  • San Costantino Calabro

A contendersi l’investitura di sindaco l’attuale primo cittadino Nicola Derito contrapposto ad Antonello Corigliano, già vicesindaco uscente. L’ingegnere Derito cerca l’ennesima riconferma a primo cittadino.

  • San Nicola da Crissa

A San Nicola da Crissa le proposte (ma solo sulla carta) sono due: il sindaco uscente Giuseppe Condello con la lista “Ramoscello d’ulivo con colomba”, e lo sfidante Giovanni David con “Obiettivo comune” , quest’ultimo alla guida di una lista “civetta” esattamente come cinque anni fa.

  • Spadola

Al Comune di Spadola corsa a due per la carica di sindaco. A scendere in campo il primo cittadino uscente Cosimo Damiano Piromalli e l’ex vicesindaco Maurizio Marchese. Il primo rappresenta la lista “Insieme Per Spadola”, il secondo “Uniti per Spadola”.

  • Stefanaconi

L’ex vicesindaco di Stefanaconi, Carmelo Disì, sfida il primo cittadino uscente Salvatore Solano, che è anche presidente della Provincia di Vibo Valentia. Due le liste in campo presentate: “Idee e Legalità” e “Siamo Stefanaconi”. In caso di mancata rielezione di Solano subirebbe contraccolpi pure la Provincia di Vibo con la decadenza dello stesso anche da presidente dell’amministrazione provinciale che verrebbe retta sino ad ottobre dal vicepresidente. Carmelo Disì è sostenuto da Forza Italia (Mangialavori), dal gruppo dell’ex consigliere regionale Vito Pitaro e da Coraggio Italia (De Nisi-Bevilacqua).

  • Vazzano

A Vazzano per il rinnovo del Consiglio comunale in campo la lista “Liberamente Vazzano” che candida a sindaco l’avvocato Giuseppe De Masi. A sfidarlo il primo cittadino uscente Vincenzo Massa.

L’affluenza al voto

Per le comunali in Calabria l’affluenza alle urne delle ore 12.00 è stata del 16,45% (dato in aggiornamento). Nel Vibonese si sono recati al voto il 16,76% degli aventi diritto.

  • Ad Arena: 9,30%
  • Capistrano 13,96%
  • Fabrizia 22,82%
  • Filogaso 4,97%
  • Francavilla Angitola 12,95%
  • Ionadi 12,18%
  • Pizzo 27,98%
  • San Costantino Calabro 9,29
  • San Nicola da Crissa 9,10%
  • Spadola 16,52%
  • Stefanaconi 12,09%
  • Vazzano 19, 89%

Nel Vibonese l’affluenza per i referendum è circa al 4,81%.

Per le comunali in Calabria l’affluenza alle urne delle ore 19.00 è stata del 41,82% (dato in aggiornamento). Nel Vibonese si sono recati al voto il 38,53% degli aventi diritto.

  • Ad Arena: 23,70%
  • Capistrano 36,07%
  • Fabrizia 50,29%
  • Filogaso 15,95%
  • Francavilla Angitola 36,20%
  • Ionadi 52,67%
  • Pizzo 39,20%
  • San Costantino Calabro 35,42%
  • San Nicola da Crissa 27,46%
  • Spadola 46,59%
  • Stefanaconi 45,39%
  • Vazzano 42,24%

Nel Vibonese l’affluenza per i referendum è al 13,10%.

Articoli correlati

top