domenica,Dicembre 4 2022

Serra, segretario del circolo Pd attacca il sindaco sull’ospedale

Biagio Damiani attacca frontalmente Alfredo Barillari asserendo che il nosocomio montano "rischia la chiusura a causa sua"

Serra, segretario del circolo Pd attacca il sindaco sull’ospedale
Biagio Damiani

L’ospedale “San Bruno”, sempre più al centro di dibattiti politico – sociale, che non escludono “botta e risposta”. L’ultimo, in ordine alla vicenda, arriva dal segretario del circolo cittadino del Pd, Biagio Damiani, il quale afferma: “Si rischia la chiusura e il sindaco è il principale responsabile”. Secondo Damiani “sono passati oltre due anni dall’elezione del sindaco e della sua maggioranza e i risultati maturati sono noti a tutti: nessun obiettivo centrato, solo propaganda e passerelle”. Il segretario attacca frontalmente il primo cittadino Alfredo Barillari e si concentra in maniera particolare sulla questione sanità che, a suo parere, “non deve essere gestita in questo modo da una persona, prima ancora che da un amministratore, che ha davvero a cuore le sorti dei propri cittadini”. Damiani critica “l’atteggiamento accomodante del sindaco Barillari nei confronti dei vertici dell’Asp di Vibo Valentia” mentre “il nostro ospedale e la rete territoriale continuano a perdere servizi”. [Continua in basso]

Alfredo Barillari

Pertanto, invita il primo cittadino “che è sempre più isolato” a “fare sinergia con gli altri sindaci del territorio e a battersi al di là degli steccati politici in modo serio”. Damiani chiede dunque un “rapido cambio di rotta” perché “ad oggi c’è un sindaco politicamente narcisista che tenta di primeggiare, senza risultati” e che “cerca di dimostrare un dinamismo che nei fatti non esiste”. “Egli – è l’accusa dell’esponente democratico – ha avallato e dato l’assenso alla realizzazione della Casa di Comunità nell’ospedale di Serra, dopo aver annunciato che la stessa veniva realizzata presso i locali del Distretto sanitario. Noi – aggiunge – rispetto a questa scelta, ancora oggi, siamo fortemente preoccupati perché a nostro avviso rappresenta l’anticamera della chiusura del presidio ospedaliero”. Il rappresentante del Pd invita quindi il sindaco a “mettersi accanto ai colleghi” e a “rivendicare il diritto alla salute e la conferma dell’ospedale di montagna con tutti i relativi servizi. Se invece – conclude – pensa di continuare sulla strada tracciata, sarà tra i maggiori responsabili della chiusura del nostro ospedale”.

LEGGI ANCHE: Ospedale di Serra, Giovanni Di Bartolo (Pd): «Saremo al fianco dei sindaci del territorio»

top