giovedì,Maggio 30 2024

Pizzo, il Comune demolisce le scuole e le ricostruisce. Ma in un altro sito: ecco dove

Via libera dalla giunta al progetto di fattibilità tecnica ed economica finalizzato ai “Lavori di demolizione della scuola primaria e secondaria di primo grado con ricostruzione”

Pizzo, il Comune demolisce le scuole e le ricostruisce. Ma in un altro sito: ecco dove
Il Comune di Pizzo

Via libera da parte della giunta comunale di Pizzo al progetto di fattibilità tecnica ed economica finalizzato ai “Lavori di demolizione della scuola primaria (plesso San Sebastiano) e secondaria di primo grado (scuola Media anile) con ricostruzione congiunta in altro sito e messa in sicurezza delle aree dismesse”. Contestualmente l’esecutivo targato Sergio Pititto ha proceduto anche alla nomina del responsabile unico del procedimento nella persona di Nico Donato, attuale responsabile del servizio Lavori pubblici di Palazzo San Giorgio. Entro febbraio, invece, Donato è chiamato a mettere su carta il progetto definitivo ed esecutivo, in quanto il tutto è già stato finanziato. Mentre per quanto riguarda gli interventi, l’amministrazione comunale punta a reperire i fondi all’interno del Pnrr. Il nuovo plesso scolastico dovrebbe sorgere in un’area di proprietà comunale, situata lungo la provinciale Maierato-Pizzo. Nella delibera approvata dall’esecutivo comunale di Pizzo viene chiarito l’origine dei fondi acquisiti dall’ente per poter procedere con la progettazione. In base, dunque, alla legge di Bilancio per il triennio 2020-2022 sono stati previsti «l’assegnazione agli enti locali per spesa di progettazione definitiva ed esecutiva, relativa agli interventi di messa in sicurezza del territorio a rischio idrogeologico, di messa in sicurezza ed efficientamento energetico delle scuole, degli edifici pubblici e del patrimonio degli enti locali, nonché investimenti di messa in sicurezza di strade, soggetti a rendicontazione, contributi nel limite dei 280 milioni di euro per il 2022». [Continua in basso]

Il decreto interministeriale dello scorso giugno ha, quindi, assegnato – fino a concorrenza del predetto importo di 280 milioni di euro – il contributo agli enti locali beneficiari delle somme. Sempre in base al medesimo decreto del Ministero dell’Interno di determinazione degli enti locali assegnatari del contributo, il Comune di Pizzo risulta beneficiario di tre interventi di progettazione e tra quelli assegnati vi è, appunto, “Lavori di demolizione della scuola primaria (plesso San Sebastiano) e secondaria di primo grado (scuola Media anile) con ricostruzione congiunta in altro sito e messa in sicurezza delle aree dismesse”. Da qui la necessità di procedere da parte della giunta comunale con la nomina del responsabile unico del procedimento e con l’approvazione del progetto di fattibilità tecnica ed economica.

LEGGI ANCHE: Pizzo e ambiente, ok al progetto esecutivo per i lavori al depuratore: ora il bando

Pizzo, il Comune vuole riqualificare piazze e vicoli del centro storico: ecco dove si interverrà

Articoli correlati

top