martedì,Giugno 18 2024

Spiaggia di Bivona, Nesci: «Il degrado indica che non viene pulita dalla scorsa estate»

La coordinatrice di "Noi con l'Italia" chiama in causa l'assessore Bruni e il sindaco Limardo, senza tralasciare la Giunta comunale, per l'incapacità amministrativa e invita a considerare le dimissioni

Spiaggia di Bivona, Nesci: «Il degrado indica che non viene pulita dalla scorsa estate»

“Degrado nella spiaggia di Bivona. Stessa identica situazione già registrata settimana scorsa. Eppure, stando ai comunicati stampa del sindaco Limardo e dell’assessore Bruni, tale spiaggia doveva essere stata già pulita per ben tre volte, se per capitolato detta pulizia pare sia prevista una volta ogni 15 giorni dal 15 maggio al 30 giugno. Lo stato di degrado che si registra sul luogo, invece, dimostra che questa porzione di spiaggia non viene pulita quantomeno dall’estate scorsa e quindi, smentisce, senza possibilità di replica, questa amministrazione che, peraltro, credo dovrebbe ricordare quali siano gli obblighi dell’ente quando conferisce un appalto di servizi. Primo tra tutti l’obbligo di vigilanza sull’esatto adempimento”. A dichiaralo è Maria Rosaria Nesci, coordinatrice di “Noi con l’Italia”. “D’altra parte, – prosegue la Nesci – la giunta è stata più volte definita dal sindaco “di alto profilo”. E però, a me, stando così le cose, più che altro, per descrivere la vicenda, sovviene una battuta che Checco Zalone recita nel film “Quo vado?”, e cioè: “Ma è del mestiere questa?”. E, così, considerato che il sindaco continui a sostenere che il Comune non sia in dissesto, per logica conseguenza, il degrado del territorio non può che attribuirsi ad un’assoluta incapacità amministrativa e politica dell’attuale amministrazione Limardo. Le dimissioni? – conclude l’esponente di “Noi con l’Italia” -Sarebbe il caso di prenderle seriamente in considerazione per il bene della città”.

LEGGI ANCHE: Comune Vibo, il consigliere Soriano: «Sindaco Limardo tra impegni “subito” e risultati zero»

Bivona, proteste per il mare sporco e la poca cura di alcune battigie

Dissesto Comune Vibo, Nesci: «L’unica verità è quella descritta dalla Corte dei conti»

top