sabato,Giugno 15 2024

Nuovo ospedale di Vibo tra ritardi e sogni, Barbuto promette vigilanza

L'esponente di Liberamente Progressisti con Lo Schiavo ricorda al presidente della Regione Occhiuto gli impegni da mantenere

Nuovo ospedale di Vibo tra ritardi e sogni, Barbuto promette vigilanza
Il cantiere del nuovo ospedale di Vibo
Sergio Barbuto

«Sul sito web della ditta aggiudicatrice dei lavori per la realizzazione del nuovo ospedale di Vibo Valentia compare questa dicitura: “Siamo lieti di annunciare ufficialmente l’inizio dei lavori per la nuova costruzione dell’Ospedale di Vibo Valentia!”. Data 15 settembre 2023. Dunque l’inizio dei lavori è avvenuto ben quattro mesi dopo la consegna del cantiere». Così l’esponente di Liberamente Progressisti, Sergio Barbuto, che pone diversi interrogativi sul nuovo ospedale di Vibo Valentia. «Senza polemizzare a prescindere, poiché si tratta dell’opera più importante presente sul territorio vibonese – continua -, sia come importo lavori che come imponenza strutturale-architettonica ed impiantistica, gli interrogativi già posti sia dal gruppo di Liberamente Progressisti che dal consigliere regionale Antonio Lo Schiavo, attraverso un’interrogazione rivolta al presidente della Regione (che probabilmente ha già prodotto il risultato si sbloccare lo stallo), rimangono più che mai d’attualità». Barbuto si chiede: «Si riusciranno a rispettare le tempistiche dettate dal cronoprogramma dei lavori? Si può veramente cominciare ad immaginare che la città di Vibo verrà dotata di un ospedale all’avanguardia? Possiamo ipotizzare che le migliaia di persone costrette a migrare verso altre strutture soprattutto del nord Italia, possano pensare di curarsi nella propria terra? Noi attraverso la presenza del consigliere Lo Schiavo in Consiglio regionale, vigileremo affinché questo agognato sogno, di avere un ospedale dotato di tutte le caratteristiche tecniche adeguate, possa essere non solo una visione ma un’importante realtà, che cambierebbe anche aspetti legati a situazioni socio-economiche». «La città di Vibo Valentia merita di avere una sanità che funzioni e soprattutto che consenta ai cittadini fruitori – conclude Barbuto -, le minime condizioni sanitarie e di sicurezza, che oggi non possono essere garantite dallo Jazzolino, svuotato anche di reparti importanti. La presenza di un ospedale di questa portata tecnologica, consentirebbe di ridare centralità al territorio vibonese, marginalizzato e messo in subordine dalle vicine realtà».

LEGGI ANCHE: Ripartiti i lavori per la costruzione del nuovo ospedale di Vibo – Video

Mancato avvio dei lavori del nuovo ospedale di Vibo, Lo Schiavo ad Occhiuto: «Serve operazione verità»

Nuovo ospedale di Vibo, Di Bartolo: «La Regione garantisca fondi per interventi preliminari»

Articoli correlati

top