martedì,Aprile 16 2024

Rinnovo del Consiglio provinciale a Vibo: quattro le liste e 40 i candidati

Ecco gli schieramenti in campo e i primi nomi che si contenderanno i dieci posti di consiglieri. Si tratta ancora – in attesa dell’approvazione della riforma in Parlamento – di elezioni di secondo livello

Rinnovo del Consiglio provinciale a Vibo: quattro le liste e 40 i candidati
La Provincia di Vibo e nel riquadro il presidente Corrado L'Andolina

Si voterà lunedì 26 febbraio prossimo per il rinnovo del Consiglio provinciale di Vibo Valentia che era in carica dal 18 dicembre 2021. Si tratta di elezioni di secondo livello (voteranno solo i sindaci e i consiglieri comunali), non essendo ancora passata in Parlamento la proposta di modifica della legge Del Rio che prevede un ritorno all’elezione diretta da parte dei cittadini. Il Consiglio provinciale uscente è composto da: Marilena Briga, vicepresidente del Consiglio comunale di San Gregorio d’Ippona (subentrata al decaduto Vito Pirruccio, consigliere comunale a Capistrano sino allo scioglimento degli organi elettivi di tale ente per infiltrazioni mafiose); Elisa Fatelli (consigliere comunale a Vibo Valentia, eletta nella lista “Coraggio Italia”); Alessandro Lacquaniti (consigliere comunale a San Gregorio d’Ippona, eletto nella lista “Coraggio Italia”); Roberto Scalfari (vicesindaco al Comune di Tropea, eletto nella lista di Forza Italia), Daniele Galeano (consigliere comunale a Serra San Bruno con la lista “LiberaMente”, eletto nella lista di Forza Italia) e Carmine Mangiardi (vicesindaco di Sorianello, eletto nella lista “Coraggio Italia”); Giuseppe Leone (vicepresidente del consiglio comunale di Nicotera con delega alla Cultura, eletto nella lista di Forza Italia); Maria Teresa Centro (vicesindaco a Briatico, eletta nella lista “La Provincia del Futuro”, vicina al Pd ed all’area socialista), Marco Miceli (consigliere comunale a Vibo per “Vibo democratica”, eletto nella lista “La Provincia del Futuro”) e Domenico Tomaselli (consigliere comunale a Ricadi, Partito socialista, eletto nella lista “La Provincia del Futuro”). Il presidente Corrado L’Andolina (resterà in carica quattro anni) è stato invece eletto il 29 gennaio dello scorso anno avendo avuto la meglio sul primo cittadino di San Nicola da Crissa Giuseppe Condello. L’Andolina (socialista da sempre ed espressione del centrodestra), è succeduto alla guida della Provincia all’attuale sindaco di Stefanaconi Salvatore Solano. Per il rinnovo del Consiglio provinciale di Vibo Valentia sono esclusi i Comuni di Soriano Calabro, Capistrano e Acquaro i cui organi elettivi sono stati sciolti per infiltrazioni mafiose e i Municipi sono retti attualmente da una terna commissariale. Prenderanno invece parte al voto gli amministratori dove attualmente è insediata una Commissione dei accesso agli atti per accertare o meno la presenza di infiltrazioni mafiose nella vita dell’ente, cioè i Comuni di Stefanaconi, Nicotera, Tropea e Mileto. Le liste per il rinnovo del Consiglio provinciale vanno presentate presso l’Ufficio elettorale costituito alla Provincia dalle ore 8:00 alle ore 20:00 di oggi – lunedì  5 febbraio – e dalle ore 8:00 alle ore 12:00 di martedì 6 febbraio.

Gli schieramenti in campo

Saranno quattro le liste che si contenderanno i dieci posti di consiglieri provinciali da eleggere tra gli amministratori locali: una lista sarà formata insieme da Forza Italia e Fratelli d’Italia, un’altra vedrà uniti il Partito democratico e il Movimento Cinque Stelle, quindi la lista di Azione e infine una lista di Centro che racchiude i renziani di Italia Viva (rappresentati nel Vibonese dal sindaco di San Nicola Giuseppe Condello e dall’ex parlamentare Bruno Censore), Noi Moderati di Lupi, la Lega, il Partito del Meridione , l’Udc e Città Futura dell’ex consigliere regionale Vito Pitaro. Per quanto riguarda la lista di Forza Italia e Fratelli d’Italia, i candidati saranno tutti espressione di Forza Italia, tranne il consigliere comunale di minoranza di Zambrone – Fabio Cotroneo – espressione di Fratelli d’Italia. Per Forza Italia candidati al Consiglio provinciale saranno: Angela Ierfone, consigliera comunale a Vibo, un amministratore di San Gregorio d’Ippona (i nomi in ballo sono quelli di Marilena Briga, vicepresidente del Consiglio comunale o in alternativa il vicesindaco Rosaria Suriano), il vicesindaco di Pizzo Vincenzo Pagnotta, un consigliere di Serra San Bruno (probabile Daniele Galeano, consigliere provinciale uscente), un consigliere comunale di Ricadi. Ancora da definire le altre candidature. Per il partito di Azione – alla cui lista sta lavorando il consigliere regionale (e responsabile regionale del partito) Francesco De Nisi – l’unica certezza è la ricandidatura di Carmine Mangiardi (vicesindaco di Sorianello e consigliere provinciale uscente). Poco o nulla trapela invece dalla lista del Pd e del M5S, mentre per quanto riguarda il raggruppamento di Centro, ai nastri di partenza ci sono: Domenico Tomaselli (consigliere comunale a Ricadi, candidato in quota Italia Viva, ex Partito socialista, consigliere provinciale uscente), Giampiero Calafati (Noi con l’Italia, presidente del Consiglio comunale di Ionadi), Antonio Macrì (consigliere comunale a Nicotera con la Lega), Domenico Pontoriero (Noi Moderati, consigliere comunale a Rombiolo), Nicola Papa (Italia Viva, vicesindaco di Brognaturo), Alessandro Lacquaniti (Udc, consigliere comunale a San Gregorio d’Ippona e consigliere provinciale uscente), Stefania Ursida (Città Futura, consigliera comunale a Vibo). Ancora da definire i restanti candidati.

LEGGI ANCHE: Provincia di Vibo: approvato in maniera definitiva il bilancio di previsione 2023-2025

Provincia di Vibo: liquidata l’indennità di fine mandato all’ex presidente Solano

Provincia di Vibo: decaduto il consigliere Vito Pirruccio, ecco chi dovrà subentrare

top