sabato,Aprile 20 2024

Pizzo, si lavora per ricompattare il fronte del centrosinistra: «Più vicini alla comunità»

I promotori, Adesione democratica, Domani è Oggi, Sinistra italiana e Pd, avviano un dialogo: «Pronti ad aprirci ad altri partiti e associazioni dell’area moderata-progressista

Pizzo, si lavora per ricompattare il fronte del centrosinistra: «Più vicini alla comunità»
Giuseppe De Caria, Carlo Capocasale ed Emio De Pasquale e Silvio Primerano
Una panoramica della Marina di Pizzo

Più iterazione con la comunità, meno divisioni ma soprattutto un progetto politico coerente con le esigenze di una cittadina costiera che mira a migliorare dal punto di vista economico e sociale. Partendo da questi spunti, a Pizzo si lavora «per la ricostruzione democratica del Centrosinistra politico, ossia di uno schieramento d’ispirazione moderata-progressista, aperto alla società civile, quindi al mondo associativo e ai cittadini, attraverso un impegno politico ed un confronto con la cittadinanza in maniera costante». Gli argomenti, come rendono noto i promotori, sono stati trattati nel corso di un incontro fortemente voluto da Adesione Democratica, rappresentata da Giuseppe De Caria; Domani è Oggi rappresentata dal capogruppo di minoranza, Emilio De Pasquale; Partito democratico rappresentato dal segretario politico cittadino Carlo Capocasale. Assente all’incontro per sopraggiunti imprevisti, il segretario politico cittadino di Sinistra italiana, Silvio Primerano che ha tuttavia informato della piena adesione al progetto. Il confronto è servito come apripista per valutare la possibilità di realizzare un percorso condiviso tra gruppi diversi: «In questo primo incontro – rimarcano i promotori – è stata espressa all’unanimità la volontà di lavorare per la ricostruzione democratica del Centrosinistra attraverso una presenza e un impegno politico costante nel territorio pizzitano, nonché una maggiore quanto diretta apertura verso la cittadinanza attraverso incontri periodici». Non si tratta di una iniziativa fine a sé stessa: «A questo primo incontro – fanno sapere gli organizzatori – seguiranno altri confronti aperti ad altre forze politiche, nonché ad associazioni dell’area moderata-progressista». L’intento è chiaro: «La necessità di ricostruire democraticamente un Centrosinistra vicino alle istanze della gente, aperto a tutti è stata riaffermata all’ unanimità da tutti i partecipanti». Come rimarcato dai promotori, «la politica deve assumere un valore costante e di vicinanza alle esigenze reali della gente, da qui l’umile quanto deciso proposito di ricostruire democraticamente un Centrosinistra serio, responsabile e credibile, capace a dare risposte concrete alle reali esigenze della comunità pizzitana». Il percorso si compone dunque di più tappe: «Per adesso abbiamo parlato della volontà di lavorare assieme per dare vita al Centrosinistra, non abbiamo trattato i programmi specifici, perché intendiamo coinvolgere altri partiti e sodalizi. Successivamente – concludono – ci daremo un regolamento e inizieremo ad operare assieme».

LEGGI ANCHE: Pizzo, successo per il primo contest regionale dedicato alle poesie d’amore

Pizzo, l’istituto nautico pronto a festeggiare i 150 anni di attività

Ex ospedale Pizzo, il Comitato salute: «In fase di ultimazione i lavori per la Centrale operativa»

Articoli correlati

top