giovedì,Luglio 25 2024

Ex ospedale Pizzo, il Comitato salute: «In fase di ultimazione i lavori per la Centrale operativa»

Il sodalizio guidato dal presidente De Caria esprime soddisfazione: «Dall’Asp di Vibo impegno rispettato, il “Santa Maria del Carmine” potrà offrire un ampio ventaglio di servizi»

Ex ospedale Pizzo, il Comitato salute: «In fase di ultimazione i lavori per la Centrale operativa»

«Apprendiamo con piacere che i lavori strutturali per la realizzazione della Centrale operativa territoriale concernenti l’ex ospedale di Pizzo “Santa Maria del Carmine” sono in fase di ultimazione e, che successivamente si procederà all’organizzazione dei medesimi sotto l’aspetto dei servizi sanitari». Lo scrive il Comitato di salute pubblica guidato dal presidente Giuseppe De Caria e dal responsabile dell’ufficio Affari di segreteria Giovanni Lico aggiungendo: «Abbiamo appurato che vi è la concreta quanto decisa volontà della dirigenza commissariale dell’Asp di Vibo Valentia di procedere ad un’opera di manutenzione strutturale della restante parte dell’edificio per ospitare oltre i servizi già contenuti, altri ambulatori specialistici per potenziare l’offerta territoriale. Il tutto per come ci era stato riferito dalla stessa Azienda sanitaria nel novembre scorso».

Antonio Battistini

L’impegno non è passato inosservato ai membri del Comitato che hanno deciso di sospendere il sit-in in programma il 24 febbraio presso la struttura sanitaria locale: «L’azione dei vertici Asp, del commissario Antonio Battistini, del direttore sanitario Luigi Mandia si sta dimostrando improntata sulla concretezza, da qui la decisione di sospendere la manifestazione pur mantenendo alto il livello d’attenzione. Il messaggio è chiaro: «Il Comitato di salute pubblica Pizzo persegue solo ed esclusivamente l’interesse della comunità, affinché i nostri concittadini e soprattutto le categorie più svantaggiate possano ricevere dalla struttura sanitaria Santa Maria del Carmine i migliori servizi sanitari e socio-sanitari possibili». L’obiettivo è quello di rendere l’ex nosocomio un polo sanitario di riferimento per la città napitina e per i paesi limitrofi: «Il nostro obiettivo è sollecitare affinchè l’ex ospedale venga valorizzato nella sua interezza, tutelando così il diritto alla salute. Come Comitato – assicurano i membri – continueremo l’opera di vigilanza sull’operato delle istituzioni. Lo facciamo nell’ interesse della cittadinanza senza strumentalizzazioni o condizionamenti di sorta». Il sodalizio evidenzia inoltre che nella struttura pizzitana sono già operativi i seguenti servizi: cardiologia, urologia, neurologia, ortopedia, geriatria, dermatologia, endocrinologia, fisiatria, otorinolaringoiatria e sala prelievi. Il presidente De Caria infine anticipato: «Il nostro Comitato da marzo sottoscriverà un protocollo d’intesa con Cittadinanzattiva Calabria per avere anche noi il nostro referente nel Comitato consultivo misto. Si tratta di organismi di partecipazione dei cittadini per il controllo della qualità dei servizi sanitari dal lato dell’utente».

LEGGI ANCHE: Farmacia territoriale Vibo, gli utenti: «File interminabili e lunghe attese fuori dai locali»

L’emergenza sanitaria nel Vibonese torna al centro della Conferenza dei sindaci – Video

Pizzo, il Comitato salute pronto a scendere in piazza: «Difendiamo il diritto alla salute»

Articoli correlati

top