martedì,Giugno 18 2024

Casa comunità a Pizzo, il Comitato non molla la presa e scrive a Occhiuto

Il sodalizio diretto da Giuseppe De Caria sollecita un più incisivo potenziamento del Santa Maria del Carmine: «La struttura ha tutte le carte in regola per soddisfare le richieste di assistenza sanitaria della comunità»

Casa comunità a Pizzo, il Comitato non molla la presa e scrive a Occhiuto

Non si ferma la battaglia del Comitato di salute pubblica Pizzo in merito alla tutela e valorizzazione dell’ex ospedale napitino. Proprio in queste ore, il presidente Giuseppe De Caria e il responsabile agli affari di segreteria Giovanni Lico, hanno provveduto ad inviare una lettera al governatore nonché commissario ad acta della Sanità calabrese Roberto Occhiuto chiedendo di rivedere la decisione della mancata assegnazione della Casa della comunità per il centro servizi sanitari e socio-sanitari Santa Maria del Carmine. Più nel dettaglio, nella missiva, il sodalizio ha evidenziato tutta l’amarezza per la decisione, definita «ingiusta», della realizzazione di una Centrale operativa territoriale che occuperà parte della struttura. La destinazione d’uso della struttura, si ricorderà, era stata cristallizzata con una comunicazione da parte dell’Azienda sanitaria comunicazione: «Nell’ex ospedale di Pizzo, via Nazionale – si evidenziava- è prevista la realizzazione di una Centrale operativa territoriale che occuperà parte della struttura. Per la restante parte, dopo gli opportuni e necessari interventi di manutenzione, la struttura ospiterà oltre i servizi già contenuti, altri ambulatori specialistici per potenziare l’offerta territoriale»

Il presidente della Regione Roberto Occhiuto

Prendendo carta e penna, il Comitato ha tenuto a sottolineare al presidente della Regione, «le potenzialità della struttura già esistente» nonché «la posizione strategica di Pizzo, un paese a forte vocazione turistica». I cittadini, in più, hanno voluto rimarcare l’importanza di potenziare l’ex ospedale alla luce dalla «scarsa efficienza ed efficacia della struttura ospedaliera di Vibo Valentia che, per via della sovrabbondante pressione di richieste di interventi che provengono dalla popolazione costiera e in parte montana della provincia, non riesce a soddisfare i bisogni della comunità». Alla luce di ciò, il sodalizio ha sollecitato il governatore non solo «a rivedere la decisione, ma di reperire tramite fondi regionali o dell’Asp di Vibo Valentia, quanto necessario per la realizzazione di una Casa della comunità spoke». Il rischio, hanno scandito a chiare lettere i cittadini, è quello di affossare ulteriormente la sanità pubblica nel comprensorio di Pizzo a vantaggio esclusivo del settore privato.

LEGGI ANCHE: Ospedale Pizzo, il comitato: «Casa comunità? Occasione persa, attendiamo potenziamento servizi»

Centro sanitario di Pizzo, Lo Schiavo: «Occhiuto chiarisca definitivamente quale sarà la sua destinazione»

Protesta alla Cittadella regionale in difesa dell’ospedale di Serra San Bruno – Video

Sanità, Occhiuto: «Ok a proroga dl Calabria. Sbloccati fondi per i nuovi ospedali»

Articoli correlati

top