Regionali, Tassone: «Pd rinnovato, Censore il mio valore aggiunto»

INTERVISTA | Il sindaco di Serra e candidato tra i dem a sostegno di Pippo Callipo: «Senza sanità e lavoro non si va lontani»
INTERVISTA | Il sindaco di Serra e candidato tra i dem a sostegno di Pippo Callipo: «Senza sanità e lavoro non si va lontani»
Informazione pubblicitaria
Luigi Tassone
Informazione pubblicitaria

Luigi Tassone cerca di smarcarsi dallo sponsor “ingombrante” e tira fuori le sue idee per la Calabria. Il sindaco di Serra San Bruno, candidato nella lista del Pd alle regionali di domenica prossima al fianco di Pippo Callipo, negli ultimi giorni è stato a Vibo Valentia prima insieme al numero due del partito, Andrea Orlando, e poi in una convention organizzata dal suo “padrino politico”, Bruno Censore.

Tassone, da sindaco di Serra San Bruno ad aspirante consigliere regionale. Crede di poter dare un apporto in più rispetto agli altri suoi colleghi candidati?
«Assolutamente sì, ritengo che nessuno meglio dei sindaci abbia piena contezza delle difficoltà di un territorio, e del disagio sociale che vive la Calabria. Rappresentare i calabresi in consiglio regionale, dopo un mandato da sindaco, ti consente di avere maggiore conoscenza dei problemi e quindi delle possibili soluzioni».

Cosa risponde a chi dice che lei è una candidatura di ripiego perché è saltata quella di Bruno Censore?
«Io sono una persona che ha fatto sempre politica, da 15 anni milito nei partiti, ho fatto il segretario della Sinistra giovanile, il segretario provinciale dei Giovani democratici, quattro anni da sindaco di Serra San Bruno. Assieme al gruppo, quando Pippo Callipo ha inteso puntare sul rinnovamento, abbiamo deciso di investire sulla mia persona, quindi Bruno Censore rappresenta una forza aggiunta per la mia candidatura».

Indichi le sue priorità per risollevare la Calabria.
«Una priorità è senza dubbio la sanità, problema mai risolto che si trascina da anni. Ma anche il turismo, basti pensare all’errore fatto negli ultimi anni di non avere avuto un assessore al Turismo in una regione a vocazione turistica come la nostra. Non si può rinunciare. E poi bisogna invertire la rotta dal punto di vista del lavoro. I calabresi hanno bisogno di lavoro, bisogna discutere con le parti sociali e partire da qui per rilanciare la Calabria».

In che posizione mette il tema legalità?
«La legalità deve essere la bussola che ci guida in ogni passaggio. Io opero nella totale trasparenza e ho piena fiducia nella magistratura e il Pd penso abbia dato un segnale positivo in tal senso».

Callipo è il candidato giusto?
«Callipo incarna perfettamente l’idea di rinnovamento che anche il Pd ha voluto perseguire».

LEGGI ANCHEVibo, Mangialavori: «Allibito dalle parole della deputata Ferro»

Regionali, Grillo: «Vinceremo le elezioni, malgrado alcuni errori…»

Elezioni regionali, ecco tutte le liste della Calabria centrale – Video

Regionali, Daffinà: «Santelli vincente. Forza Italia mi sosterrà» – Video

Regionali, Lo Schiavo: «Callipo il miglior presidente possibile» – Video

Regionali, Mammoliti: «Il Pd e Callipo insieme per cambiare»

Regionali, Mazza: «Alla Calabria serve gente competente» – Video

Informazione pubblicitaria