Patrick Zaky, appello per la liberazione dal Movimento federalista europeo di Vibo

L’iniziativa dei giovani della sezione Mfe-Gfe è stata sostenuta anche dai Comuni di Zambrone, Ricadi, Cinquefrondi e Zaccanopoli
L’iniziativa dei giovani della sezione Mfe-Gfe è stata sostenuta anche dai Comuni di Zambrone, Ricadi, Cinquefrondi e Zaccanopoli
Informazione pubblicitaria
Patrick Zaky

Nelle scorse settimane, la sezione del Movimento federalista europeo di Vibo Valentia, insieme ai Comuni di Zambrone, Ricadi, Cinquefrondi e Zaccanopoli, si è mobilitata per richiedere la liberazione di Patrick Zaky. Il ricercatore egiziano, frequentante un master dell’Università di Bologna grazie al programma Erasmus dell’Unione Europea, è stato arrestato dalle autorità egiziane il 7 febbraio 2020. «Si considera necessario – scrive la sezione Mfe-Gfe Vibo Valentia – mantenere alta l’attenzione sulla vicenda e denunciare i metodi che limitano e ledono la libertà delle persone e la libera circolazione di idee e opinioni. E in questo senso è importante che l’iniziativa istituzionale e quella dell’opinione pubblica si sostengano a vicenda. Si ringraziano dunque i comuni sopracitati per l’impegno e la partecipazione dimostrati nei confronti di questa tematica tanto importante quanto delicata. La sezione Mfe-Gfe di Vibo Valentia continuerà ad impegnarsi a tutela e a sostegno dei diritti fondamentali, della democrazia e dello Stato di diritto, quali valori fondanti l’Unione europea e dunque la nostra società».