sabato,Novembre 26 2022

Covid e Green pass, da oggi più facile viaggiare

Ecco tutti i dati in Calabria dei contagi e i ricoveri in terapia intensiva. Resta scoperto dal vaccino il 14,5% dei calabresi e fra gli over 80 la nostra regione è prima in Italia per mancata immunizzazione

Covid e Green pass, da oggi più facile viaggiare
Il Green pass, foto repertorio da ansa

Sarà da oggi più facile viaggiare grazie all’ordinanza del ministero della Salute che prevede lo stop alla quarantena dai Paesi extra Ue. L’ordinanza firmata dal ministro Roberto Speranza entra in vigore proprio oggi e prevede per gli arrivi da tutti i Paesi extra europei le stesse regole già vigenti per i Paesi europei. Per l’ingresso sul territorio italiano, quindi, sarà sufficiente una delle condizioni del Green pass base: certificato di vaccinazione, certificato di guarigione oppure test negativo. Solo in caso di mancata presentazione di una di queste certificazioni si applica la misura della quarantena presso l’indirizzo indicato nel digital Passenger Locator Form, per un periodo di cinque giorni, con l’obbligo di sottoporsi a un test molecolare o antigenico attraverso un tampone alla fine dei cinque giorni. Le certificazioni possono essere esibite in formato digitale o cartaceo. I bambini sotto i sei anni sono esentati dal test molecolare o antigenico. [Continua in basso]

Sul fronte dei contagi, invece, i numeri del bollettino giornaliero del Ministero della Salute indicano ancora un calo dei nuovi casi: sono 17.981 i nuovi contagi da Covid nelle ultime 24 ore (domenica erano stati 30.629), mentre il numero delle vittime si mantiene ancora alto essendo pari a 207 (domenica 144). Il tasso di positività è al 9%, in calo rispetto al 9,6% a domenica. Si rileva poi un forte aumento di casi Covid nella provincia di Cosenza, con un incremento settimanale del 90%. Con 1.613 nuovi casi nelle ultime 24 ore, la Calabria si attesta al secondo posto della graduatoria nazionale delle regioni con più contagi di giornata, preceduta solo dal Lazio. Migliora la situazione in terapia intensiva con un totale di 18 pazienti intubati e un saldo di -1 nelle ultime 24 ore (la percentuale di ricoverati scende all’8,91% valore da zona bianca). Resta però completamente scoperto il 14,5% dei calabresi vaccinabili. Male gli over 80 con una percentuale di persone che non hanno fatto il vaccino che è la più alta d’Italia. Bene invece gli studenti calabresi di scuole medie e superiori (12-19 anni). Solo l’8,92% (pari a 13.142 ragazzi) è rimasto senza dosi.

Intanto ha preso il via ieri la somministrazione del vaccino Nuvaxovid dell’azienda Novavax. Si tratta di un tipo di vaccino che, essendo a base proteica e quindi molto più simile a quelli tradizionali rispetto a quelli Mrna, potrebbe convincere anche le persone che finora hanno deciso di non vaccinarsi. Il nuovo strumento di contrasto alla diffusione del Covid-19 potrà essere usato su tutti i soggetti, a partire dai 18 anni di età, che non si siano ancora accostati ad alcun tipo di vaccino. È previsto un ciclo di due dosi da inoculare a distanza di 21 giorni l’una dall’altra. In Calabria, Lazio, Liguria, Valle D’Aosta, Umbria e Campania le somministrazioni partiranno oggi.

Articoli correlati

top