sabato,Luglio 2 2022

Coronavirus: un morto fra gli anziani di una Rsa del Vibonese

I positivi nella Casa di cura salgono a 22, mentre si registra il record di contagi nel resto della provincia e preoccupano le situazioni a Pizzo (oltre 600 casi), Nicotera, Tropea, Vibo e tutta l’area delle Preserre

Coronavirus: un morto fra gli anziani di una Rsa del Vibonese

Il coronavirus miete una nuova vittima nel Vibonese portando i morti – dall’inizio della pandemia – a quota 160. L’ultimo decesso si registra fra gli anziani di una Rsa di San Nicola da Crissa, da giorni alle prese con un focolaio che si sta cercando di arginare. Attualmente i positivi al covid nella Casa di cura sono 22 fra gli anziani ed il personale. Per uno degli anziani si è reso necessario il trasferimento in ospedale, un altro – di 92 anni – è invece deceduto. In questo caso la vittima soffriva però da tempo di altri disturbi.

Nel resto della provincia i positivi al coronavirus salgono a 17.312, un nuovo record dall’inizio della pandemia. I ricoverati in ospedale sono 16. Non accennano a diminuire i casi a Pizzo (oltre 600), a San Calogero – che salgono a 95, a Rombiolo e Zaccanopoli (60), mentre filtrano i primi dati (non ufficiali in quanto il tracciamento è ormai quasi del tutto saltato) sui contagi a Tropea e Nicotera che parlano di oltre 150 positivi per ciascuno dei due paesi. Numeri a tre cifre pure nel territorio comunale di Vibo Valentia, mentre oltre 90 casi si registrano nell’area ricompresa fra Soriano Calabro, Sorianello e Gerocarne.
 
Decine di casi pure a Mileto, Monterosso Calabro, Joppolo, Ionadi, Filandari, Limbadi, Acquaro, Vallelonga, Vazzano, Capistrano e Serra San Bruno. A Filogaso sospesa invece la mensa nella scuola per l’infanzia a causa del coronavirus fra il personale.  

Articoli correlati

top