mercoledì,Agosto 10 2022

Covid, nel Vibonese non si fermano le vaccinazioni: i dati su prime, seconde e terze dosi

Seppur a ritmo più lento, continuano le somministrazioni del siero e l’Asp riorganizza luoghi e orari degli hub. In provincia solo poco più di quattromila persone non hanno ricevuto alcuna dose

Covid, nel Vibonese non si fermano le vaccinazioni: i dati su prime, seconde e terze dosi

Non si ferma la campagna vaccinale nel Vibonese, seppur con un’utenza ridotta oramai al lumicino. I più, infatti, hanno ricevuto il siero anti Covid e attualmente in provincia di Vibo si procede in media con una cinquantina di inoculazioni al giorno. Alla luce di ciò, l’Azienda sanitaria provinciale ha riorganizzato le attività degli hub vaccinali, lasciandone in funzione soltanto tre. [Continua in basso]

I nuovi orari da martedì 19 aprile

A partire da martedì 19 aprile per ricevere il vaccino ci si dovrà recare a Vibo, a Serra o a Tropea. In tutti e tre gli hub sono previste somministrazioni sia per gli adulti che per i minori in età pediatrica. Ecco nello specifico luoghi e orari:

  • Vibo Valentia, Palavalentia: martedì dalle 9 alle 12; giovedì dalle 9 alle 12; sabato dalle 10 alle 17.
  • Serra San Bruno, consultorio in via Milite Ignoto: venerdì dalle 15 alle 18.
  • Tropea, ospedale: mercoledì dalle 15 alle 18.

I dati su prime, seconde e terze dosi

Nel Vibonese su una popolazione vaccinabile di 146.223 persone, solo in 4.256 non hanno ricevuto alcuna dose (tre mesi fa erano 9.653). Mentre sono 88.152 coloro i quali hanno già tutte e tre le dosi (tre mesi fa erano 57.454). È quanto emerge dall’ultimo report della Protezione civile regionale. Tra le province calabresi, così come già accaduto in passato, quella di Vibo comunque si pone tra le più virtuose. [Continua in basso]

Il 97% della popolazione vibonese al di sopra dei 5 anni, infatti, ha ricevuto la prima dose del vaccino anti Covid: il valore più alto fra le cinque province calabresi, con ben dieci punti in più rispetto a quella che è la media regionale (l’87%). Segue Crotone con il 92%, Catanzaro con l’87%, Cosenza con l’86% e ultima Reggio Calabria con l’82%.

Per quanto riguarda la seconda dose, anche qua Vibo primeggia con il 93%, a fronte di una media regionale dell’85% (di cui un 3% vaccinato con il monodose Janssen).

Interessante il dato che riguarda le terze dosi: qui Vibo con il suo 60% (pari alla media regionale), si fa scavalcare da Catanzaro (65%) e Cosenza (62%). In coda Crotone (58%) e Reggio (53%). Percentuali parecchio basse rispetto ai dati delle altre regioni e alla media nazionale. Sintomo del fatto che a Vibo, e in generale in Calabria, sulle terze dosi si è tirato il freno a mano.  
Di seguito la tabella con tutti i dati relativi alla Calabria, distinti per province e per fascia d’età.

Articoli correlati

top