mercoledì,Maggio 18 2022

Ortopedia Vibo, due soli candidati per un posto in reparto a rischio chiusura. Ecco la commissione

A fine marzo la pubblicazione dell’Avviso da parte dell’Azienda sanitaria provinciale. Lanciato più volte l’allarme sulle enormi difficoltà a «garantire l’erogazione dei servizi essenziali»

Ortopedia Vibo, due soli candidati per un posto in reparto a rischio chiusura. Ecco la commissione
L’ospedale Jazzolino di Vibo Valentia

Un solo posto, due soli aspiranti candidati. Sono state, infatti, semplicemente due le domande presentate al fine di poter partecipare all’Avviso di selezione pubblica per il conferimento di «un incarico dirigenziale di altissima professionalità», a tempo pieno e determinato, per un periodo di anni tre, da conferire a un medico esperto nella disciplina di Ortopedia e Traumatologia da assegnare all’Unità operativa del presidio ospedaliero di Vibo Valentia». Punto. Il suddetto bando è stato pubblicato a fine marzo da parte dell’Azienda sanitaria provinciale di Vibo Valentia, tramite apposita delibera del commissario straordinario Giuseppe Giuliano, che in questi ultimi giorni ha provveduto anche a nominare l’apposita commissione di valutazione. [Continua in basso]

La composizione della commissione di valutazione

La stessa è, infatti, chiamata a giudicare gli aspiranti candidati per un posto nel reparto di Ortopedia e Traumatologia dello “Jazzolino” del capoluogo.  Questa, dunque, la sua composizione: presidente Bruno Iannò (direttore dell’Unità operativa di Ortopedia e Traumatologia dell’ospedale “Jazzolino” di Vibo Valentia); componente Francesco  Zappia (direttore dell’Unità operativa di Chirurgia dell’ospedale “Jazzolino” di Vibo Valentia); componente Giuseppe Rodolico (direttore dell’Unità operativa di Urologia dell’ospedale civile di Tropea); segretario Gabriele Arcangelo Chiera (funzionario dell’Azienda sanitaria provinciale di Vibo Valentia).

Difficoltà a garantire i servizi minimi. Rischio chiusura

Il reparto dell’Ortopedia e Traumatologia del locale nosocomio, ancora più di altre Unità operative, rischia la chiusura. Ad oggi, infatti, «non è stata ancora colmata la grave carenza di personale medico dell’Unità operativa (vi è una procedura concorsuale ancora in itinere per l’assunzione di sei nuovi medici, in quanto quella precedentemente bandita si è conclusa negativamente), rendendo difficoltoso garantire l’erogazione dei servizi essenziali, con il conseguente rischio di una possibile chiusura del reparto». A mettere nero su bianco lo scorso marzo tutto ciò è stato Gianfranco Ielo, direttore della Struttura complessa di gestione e sviluppo delle risorse umane e formazione dell’Azienda sanitaria. [Continua in basso]

Allarme lanciato già dall’ex commissario Maria Bernardi

Maria Bernardi, ex commissario dell’Asp

Ma l’allarme sulla «possibile chiusura del reparto» era stato già lanciato addirittura a gennaio scorso dall’ex commissario straordinario dell’Azienda sanitaria provinciale Maria Barnardi poco prima di lasciare l’incarico per trasferirsi  a Catanzaro.  Al fine, dunque, di riuscire in qualche misura a garantire le prestazioni previste dai livelli essenziali minimi di assistenza (Lea)», Gianfranco Ielo ha informato i vertici di Palazzo ex-Inam di via Dante Alighieri che «si rende necessario reclutare in tempi brevi, un professionista di elevata competenza, in possesso di esperienza nella disciplina di Ortopedia e Traumatologia». Da qui la proposta è stata girata dal direttore della Struttura complessa delle risorse umane all’attuale commissario straordinario dell’Asp Giuseppe Giuliano al fine di «volere procedere all’indizione dell’Avviso di selezione pubblica per il conferimento di un incarico dirigenziale di altissima professionalità, a tempo pieno e determinato, per un periodo di anni tre, da  conferire a un medico esperto nella disciplina di Ortopedia e Traumatologia da assegnare all’Unità operativa del presidio ospedaliero di Vibo Valentia». Cosa, poi, avvenuta.

LEGGI ANCHE: Jazzolino Vibo, ci sono i candidati per assumere in Medicina: ma… a tempo. Ecco pure la commissione

Articoli correlati

top