sabato,Luglio 13 2024

Prevenzione della corruzione e trasparenza: l’Asp punta a diventare una “Casa di vetro”

Il principale obiettivo del Piano è adottare azioni capaci di ridurre significativamente il rischio di comportamenti corrotti ed evitare situazioni illecite

Prevenzione della corruzione e trasparenza: l’Asp punta a diventare una “Casa di vetro”
La sede dell'Asp e, nel riquadro, il commissario Giuliano
Giuseppe Giuliano Commissario Asp di Vibo Valentia

Diventare una “Casa di vetro”. È questo l’obiettivo che l’Azienda sanitaria provinciale vuole perseguire attraverso l’approvazione del Piano per la prevenzione della corruzione e per la trasparenza, che ha ricevuto il via libera dal commissario straordinario Giuseppe Giuliano. La premessa. Dopo un’attenta analisi dell’organizzazione aziendale e delle procedure attivate dall’amministrazione per lo svolgimento dei propri compiti istituzionali e per il proprio funzionamento, si individuano le aree sensibili, ossia quei settori al cui interno possono verificarsi, anche in via teorica, episodi di corruzione nonché la tipologia dei rischi a cui tali aree sono esposte. Si individuano, quindi, le azioni e le misure idonee a prevenire il fenomeno della corruzione o comunque capaci di ridurre significativamente il rischio di comportamenti corrotti. [Continua in basso]

L’Asp di Vibo Valentia

Sito internet più agevole e trattamento dei dati. Andando nello specifico, l’Azienda sanitaria di Vibo Valentia ha dato attuazione agli obblighi relativi alla trasparenza attivando sul sito web aziendale l’Albo Pretorio, in cui devono essere pubblicate tutte le delibere e le determine adottate dall’Azienda e la sezione “Amministrazione Trasparente”, in cui devono essere pubblicati i dati obbligatori per legge. Lo scopo dell’Asp è quello di adempiere tutti gli obblighi di pubblicazione previsti dalla normativa vigente, di rendere il sito più facilmente consultabile, i dati e le informazioni più fruibili per coloro che intendano conoscere l’attività dell’Azienda. Altro obiettivo è quello di rendere la pubblicazione dei dati più efficiente, tempestiva e corretta. Per questo motivo il management ha adottato il programma Sec-Sisr regionale non solo per la gestione del protocollo informatico e degli atti amministrativi ma anche per la realizzazione e la gestione della Sezione amministrazione trasparente, che cambierà il suo nome in “Casa di Vetro”. Il cambiamento riguarderà non solo la denominazione, ma, cosa più importante, le modalità di pubblicazione dei dati. Molte sub sezioni si alimenteranno automaticamente, in quanto molti dati inseriti nel sistema per altre funzioni, potranno essere programmati affinché vengano simultaneamente pubblicati nella sezione apposita di amministrazione trasparente.

La “Casa di Vetro”, in sostanza, verrà alimentata, in parte, da un database aziendale, agevolando, in tal modo, il lavoro di pubblicazione dei dati da parte dei dipendenti. Decorsi, inoltre, i termini previsti dalla legge per la durata della pubblicazione, i dati verranno automaticamente messi negli appositi archivi, rimanendo in ogni caso consultabili da parte dei cittadini. La nuova sezione di Amministrazione Trasparente verrà attivata a giorni, dal momento che, per renderla operativa, si dovrà procedere alla migrazione dei dati dal vecchio al nuovo portale e all’archiviazione dei dati per i quali il termine di pubblicazione è ormai decorso. [Continua in basso]

Il ruolo dei direttori. Affinché l’Azienda sia trasparente nel rispetto della normativa vigente, non è comunque sufficiente cambiare i software. E’ importante il coinvolgimento dei direttori/responsabili dei diversi uffici, che hanno il compito di individuare, elaborare, validare, aggiornare e pubblicare i dati di loro competenza. Questa responsabilità diretta del corretto inserimento dei dati in capo ai singoli direttori delle unità operative mira a garantire la correttezza, la completezza e la tempestività delle pubblicazioni. Data la carenza di figure dirigenziali, – è tuttavia opportuno precisare, si legge nel Piano – il conseguimento di tali obiettivi è stato notevolmente rallentato dalla mancanza dei direttori e/o responsabili della maggior parte delle unità operative tenute alla pubblicazione dei dati. Tale problema è stato al momento in parte superato, per cui l’impegno del RPCT per il triennio 2023/2025 è quello di coinvolgere e sensibilizzare il personale dirigenziale e del comparto affinché “l’Azienda sanitaria di Vibo Valentia diventi in concreto e di fatto una Casa di vetro”.

LEGGI ANCHE: Una sola Tac in funzione per un’intera provincia: rotte quelle degli ospedali di Vibo e Serra

Radiologia Vibo, prorogato l’accordo per avere specialisti esterni: ecco da dove

Sanità, Serra al centro: «L’Asp compra nuove ambulanze ma nessuna va al nostro ospedale»

Supporto ai malati oncologici e ai loro familiari: c’è l’accordo tra l’Asp di Vibo e “Insieme Per… ”

Articoli correlati

top