domenica,Settembre 24 2023

Caroniti, Guardia medica riaperta e trasferita nei nuovi locali

Era stata temporaneamente chiusa dall'Asp e i medici spostati a Nicotera. Ora tutto è tornato alla normalità e il sindaco ringrazia per la celerità: «Sulla salute dei cittadini non si scherza»

Caroniti, Guardia medica riaperta e trasferita nei nuovi locali

Ha riaperto dopo poco più di due settimane la Guardia medica di Caroniti. La chiusura era stata temporaneamente disposta dall’Asp di Vibo Valentia, a inizio febbraio, in seguito ad un sopralluogo nell’ex scuola media dove si sarebbe dovuta trasferire la postazione. Edificio però ritenuto in quel momento «non ancora idoneo all’apertura» e «non fruibile anche per la mancanza di linea telefonica». I tre medici in servizio nella frazione di Joppolo erano stati così spostati nella postazione di Nicotera, creando non pochi malumori tra la popolazione montana che si era vista improvvisamente togliere un presidio importantissimo.
Ogni ostacolo sembra però ora superato. I piccoli interventi di manutenzione richiesti sono stati in breve tempo eseguiti ed ecco che il 14 febbraio scorso l’Asp ha autorizzato il trasferimento della Guardia medica nei nuovi locali, siti in via Cantore. Il 21 febbraio, poi, la riapertura della postazione. Caroniti ha quindi di nuovo i suoi medici e li trova in un edificio più efficiente e moderno rispetto a quello di poche settimane fa. [Continua in basso]

Giuseppe Dato

«Abbiamo cercato di venire incontro alle esigenze di utenti e dottori – spiega il sindaco di Joppolo, Giuseppe Dato, che si è occupato dell’adeguamento dell’ex scuola media -. Gli spazi sono più ampi. E abbiamo poi ad esempio pensato alla sicurezza dei medici, installando un videocitofono e cancelli elettrici. E ancora, qui abbiamo anche una rampa per disabili e la possibilità per un’auto o un’ambulanza di arrivare fino alla porta». Potrebbero sembrare piccole accortezze, eppure sono grandi passi in avanti rispetto alle condizioni della precedente sede della Guardia medica di Caroniti, che si trovava in una stretta via del centro. Per quanto riguarda la linea telefonica, l’Asp di Vibo ha comunicato che sarà presto attivata e nel frattempo ha disposto il trasferimento di chiamata sul cellulare del medico di volta in volta di turno. L’azienda sanitaria provinciale ha inoltre precisato che la postazione di Caroniti dovrà coordinarsi con quella di Spilinga per la copertura dell’area di Monte Poro.

Il sindaco Dato esprime intanto soddisfazione per la riattivazione della Guardia medica, «presidio fondamentale considerando anche che la nostra è una comunità montana e la popolazione è costituita perlopiù da anziani». E ringrazia per la celerità con cui è stato risolto il problema: «Per una strada si può anche aspettare, ma sulla salute e sicurezza dei cittadini non si scherza».

LEGGI ANCHE: La Guardia medica di Caroniti trasferita a Nicotera e scoppia «la guerra fra poveri»

Nicotera, la Guardia medica senza personale e gli utenti sono costretti ad “arrampicarsi” sino a Caroniti

Articoli correlati

top