giovedì,Maggio 30 2024

Convenzione tra l’Asp e la Croce Rossa di Vibo per il trasporto tra ospedali di pazienti emodializzati

Il servizio prevede anche trasferimenti e il trasporto di sangue e materiale emoderivato. Ecco nei dettagli cosa disciplina l'accordo tra l'Azienda sanitaria e l'associazione

Convenzione tra l’Asp e la Croce Rossa di Vibo per il trasporto tra ospedali di pazienti emodializzati

L’Azienda sanitaria di Vibo Valentia nella persona del commissario straordinario Generale Antonio Battistini, nella sua qualità di legale rappresentante dell’Azienda e la Croce Rossa Italiana Comitato di Vibo Valentia nella persona della presidente Caterina Muggeri, hanno siglato una Convenzione che disciplina i rapporti tra le parti afferenti il servizio di trasporto sanitario prestato con personale individuato dalla Cri secondo gli standard di riferimento e, nello specifico: Trasporto tra Ospedali dei pazienti emodializzati con gravi patologie, non deambulanti che versano in stato di gravità che devono effettuare le sedute di dialisi (andata/ritorno) trasportati con l’impiego di ambulanze di categoria B, con autista soccorritore e almeno un volontario o, con mezzo attrezzato per disabili; trasferimenti programmati non urgenti (anche a favore degli ospiti della casa circondariale, affetti da patologie croniche, programmati e non in emergenza con
le modalità previste dalla casa circondariale) e trasporto di sangue e materiale emoderivato. Il servizio di Trasferimenti programmati non urgente sarà svolto dalla Cri di Vibo Valentia da lunedì a sabato h12 esclusi i festivi, previa indicazione – ad opera del direttore del Distretto Sanitario Unico – della necessità o meno che il trasporto avvenga con infermiere o medico ospedaliero. Nell’ipotesi in cui, il suindicato trasporto secondario, sia necessario oltre la programmazione ordinaria concordata, il direttore del Distretto Sanitario Unico, con un preavviso di 24 ore, nell’interesse dell’Asp potrà richiedere la disponibilità di ulteriori trasporti alla Cri.

L’Azienda sanitaria di Vibo corrisponderà alla Croce Rossa un rimborso pari ad euro 65,00 a intervento oltre 1/5 delle spese di carburante ai sensi di legge per il Trasporto tra Ospedali dei pazienti emodializzati con gravi patologie, non deambulanti che versano in stato di gravità; un rimborso di euro 50,00 a intervento oltre 1/5 delle spese di carburante ai sensi di legge per i Trasporti programmati non urgenti e per il Trasporto di sangue e materiale emoderivato. Inoltre, l’Asp si impegna a garantire agli operatori dell’Associazione eventuale supporto durante l’attività; la Cri, per lo svolgimento delle attività di cui alla presente convenzione (il costo del trasporto, urbano ed extraurbano) è tenuta a rendicontare, con cadenza mensile, le spese affrontate dall’associazione con l’allegata documentazione a supporto e si impegna a garantire che i propri operatori svolgeranno con diligenza, impegno e spirito di collaborazione il servizio oggetto della presente Convenzione; La Croce Rossa si impegna inoltre a garantire che gli operatori manterranno il massimo riserbo sulle operazioni effettuate e nel pieno rispetto delle vigenti normative in materia di protezione dei dati sensibili e personali e sulla sicurezza sui luoghi di lavoro. La Convenzione avrà durata di dodici mesi e il presidente della Croce Rossa di Vibo Valentia sarà responsabile della corretta esecuzione delle prestazioni, nel rispetto di quanto stabilito nel suddetto accordo.

LEGGI ANCHE: Sanità, servizi cure primarie: l’Asp indice un concorso per l’assunzione di medici

Vibo, siglata la Convenzione tra Asp e l’associazione volontari ospedalieri

Ospedale di Serra San Bruno, in arrivo tre medici cubani: la soddisfazione del Comitato

Medici di famiglia, l’Asp di Vibo Valentia individua otto zone carenti

Pediatria di Vibo, la carenza di organico induce l’Asp alle prestazioni aggiuntive dei medici

top