Nuovo ospedale di Vibo, «A fine gennaio l’avvio dei lavori» (VIDEO)

È quanto ha affermato il dirigente regionale Pallaria nel corso dell’ultimo vertice convocato in Prefettura. L’iter avrebbe subito uno slittamento di quattro mesi a causa della “scoperta” del metanodotto Snam che passa nei pressi del sito

0
3

È quanto ha affermato il dirigente regionale Pallaria nel corso dell’ultimo vertice convocato in Prefettura. L’iter avrebbe subito uno slittamento di quattro mesi a causa della “scoperta” del metanodotto Snam che passa nei pressi del sito

Il vertice di oggi in Prefettura a Vibo
Informazione pubblicitaria

Riparte dai tavoli istituzionali l’iter di realizzazione del nuovo ospedale di Vibo Valentia. Opera infrastrutturale della quale si dibatte da oltre un decennio, ed ora, com’è noto, inserita tra i nuovi grandi progetti ospedalieri voluti dalla Regione.

Informazione pubblicitaria

L’argomento è stato al centro dell’ennesimo vertice in Prefettura, convocato dal prefetto Guido Longo alla presenza del dirigente del settore Lavori pubblici della Regione (nonché responsabile del procedimento in questione), Domenico Pallaria, del direttore generale dell’Asp di Vibo Angela Caligiuri, del sindaco Elio Costa, del vicepresidente della Provincia Alfredo Lo Bianco, del consigliere regionale Vincenzo Pasqua, dei segretari provinciali dei sindacati Cgil, Cisl e Uil, Luigino Denardo, Sergio Pititto e Pasquale Barbalaco, del segretario provinciale Cisal Filippo Curtosi, del coordinatore di Fratelli d’Italia Anthony Lo Bianco e di Fabio Blandino esponente della Filca Cisl, nonché di alcuni rappresentanti dell’azienda appaltatrice dei lavori.

Intoppi burocratici e ambientali (legati alle caratteristiche del sito), hanno ancora una volta procrastinato l’avvio del cantiere. In ultimo la “scoperta” del metanodotto della Snam che passa a poca distanza dal sito di località “Cocari” individuato per l’edificazione del nuovo presidio ospedaliero.

Ed è così saltato il primo cronoprogramma che fissava al 14 luglio scorso il termine ultimo della presentazione dei progetti definitivi, dilazionando di conseguenza la Conferenza dei servizi e l’inizio dei lavori che, ora, da quanto riferito da Domenico Pallaria, «partiranno entro la fine di gennaio 2018. Su questo c’è l’impegno del presidente della Regione, Mario Oliverio – ha assicurato – e io stesso ho chiesto l’istituzione di un tavolo permanente per un costante controllo e una puntuale verifica delle procedure ».

Ottimista per la ripresa dell’iter si è detto anche il prefetto di Vibo Guido Longo il quale ha espresso fiducia sul fatto che «tutti gli intoppi di natura tecnica e ambientale saranno presto risolti e i lavori potranno finalmente prendere il via. Del resto – ha asserito – si tratta di un’opera dalla rilevante importanza strategica non solo per la città di Vibo Valentia ma per l’intera regione».

Più critico Luigino Denardo, segretario provinciale della Cgil, il quale ha lamentato l’eccessiva dilazione della tempistica che ha causato «lo slittamento di oltre quattro mesi dell’iter inizialmente previsto». Denardo ha comunque accolto positivamente «la ripresa del tavolo istituzionale, sulla cui evoluzione – ha assicurato – continueremo a vigilare».

LEGGI ANCHE:

Nuovo ospedale di Vibo: domani in Prefettura l’ultima chiamata

Nuovo ospedale di Vibo: fra malaffare e mala-politica

Nuovo ospedale di Vibo, la Cgil: «Ora serve serietà e responsabilità»

Nuovo ospedale di Vibo, il Pd fa chiarezza su opera e tempi (VIDEO)