mercoledì,Aprile 21 2021

Coronavirus nel Vibonese: Monterosso e Fabrizia sorvegliati speciali

Preoccupa il focolaio scoppiato in una residenza per anziani che ha indotto il sindaco a blindare il paese dell'Angitolano. Nuovi contagi nel centro montano e nell’altra zona rossa Piscopio, dove si contano ormai più di 340 casi

Coronavirus nel Vibonese: Monterosso e Fabrizia sorvegliati speciali

Desta preoccupazione il focolaio di coronavirus sviluppatosi nella Rsa “Villa delle rose” di Monterosso Calabro, dove 27 tra anziani ospiti e operatori sono risultati positivi al test antigenico e sono poi stati sottoposti a tampone molecolare di cui si attende l’esito in giornata. Per un’anziana si è reso necessario il ricovero in ospedale. Il sindaco Antonio Lampasi, con propria ordinanza, ha disposto la quarantena fiduciaria domiciliare dei soggetti risultati positivi al test rapido; il censimento di tutti i contatti diretti; la sospensione dell’attività didattica fino al 17 gennaio; il divieto di entrata/uscita dal territorio comunale salvo motivi di salute, di lavoro o estrema urgenza; la chiusura del cimitero; il divieto di permanenza ai venditori ambulanti; la sospensione del mercato rionale settimanale; la sospensione di tutte le funzioni religiose ed eventi pubblici; il divieto di spostamento dalle ore 20 alle ore 5 del giorno successivo. Il sindaco, all’esito del tavolo tecnico sanitario ha poi informato che «nella giornata di lunedì 11 gennaio, d’accordo con il Dipartimento di prevenzione dell’Asp di Vibo, verranno eseguiti in loco i tamponi molecolari che riguarderanno il maggior numero di contatti noti».

Sul punto Lampasi ha precisato che «lunedí 11 sarà allestito un drive-in presso il piazzale di via Roma dove saranno effettuati a cura del Dipartimento di prevenzione i tamponi molecolari a tutti i soggetti che sono venuti a contatto con i positivi. La scelta di eseguire i tamponi dopo 5 giorni – ha spiegato – è dettata dal fatto che in caso di eventuali contagi sono necessari almeno cinque giorni prima che si possa rinvenire il Covid-19 nelle mucose oro-nasali».

Nel frattempo salgono a 55 i casi positivi a Fabrizia, comune dell’area montana del Vibonese ancora “zona rossa” con Piscopio per effetto della proroga del provvedimento del presidente della Regione Calabria fino al prossimo 15 gennaio. Aumenta anche il numero di tamponi effettuati: ora sono 95 ma di 25 di questi non si conosce ancora l’esito, mentre i test hanno dato responso negativo in 15 casi.

A Ionadi il sindaco Antonio Arena ha annunciato pochi minuti fa la presenza di 17 nuovicasi positiviriscontrati con tamponi molecolare e test sierologico (del cui esito si attende ora conferma dai tamponi molecolari).

Ancora nel Vibonese, oltre alla zona rossa di Piscopio dove i casi positivi hanno raggiunto e superato quota 340 (sei dei quali registrati ieri) nuovi contagi si sono verificati nel capoluogo (sette tra Vibo città e ViboMarina); Filadelfia (sei nuovi casi); Mileto (cinque nuovi per un totale di 10 attualmente positivi); due a Soriano, uno rispettivamente a SanGregoriod’Ippona e Stefanaconi.

Covid, vietato entrare o uscire da Monterosso: positivi 22 anziani e 4 operatori sanitari della Rsa

Articoli correlati

top